Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

In Cina è stato sviluppato un nanomateriale per la cura dei tumori al fegato

Immagine di copertina

È formato da biossido di silicio e oro e i primi esperimenti sui topi hanno dato risultati positivi

In Cina è stato sviluppato un nanomateriale per la cura dei tumori al fegato

In Cina è stato sviluppato un nanomateriale che può essere utilizzato per la cura dei tumori al fegato. Lo ha rivelato ieri, mercoledì 30 ottobre 2019, l’Istituto Suzhou di Ingegneria e Tecnologia Biomedica dell’Accademia Cinese delle Scienze.

Integrato con la radioterapia, il materiale fornisce una strategia efficiente e sicura per il trattamento del cancro al fegato.

Da tempo i ricercatori sono alla ricerca di un nuovo metodo per migliorare gli effetti terapeutici della radioterapia e aumentare la radiosensibilità in ambienti ipossici, in modo da eliminare completamente i tumori.

Il nuovo nanomateriale, formato da biossido di silicio e oro, lungo circa 200 nanometri e largo 100 nanometri, raggiunge i tessuti tumorali per iniezione endovenosa e può anche essere riempito di telazamina, un farmaco che aumenta gli effetti antitumorali in assenza di ossigeno.

Gli esperimenti sui topi con cancro al fegato hanno dato risultati positivi, dimostrato che le nanoparticelle di nuova concezione aumentano la sensibilità del tessuto tumorale alle radiazioni e che l’effetto fototermico dell’oro è efficace anche nella lotta contro i tumori.

Inoltre, il carico di tirazamina può efficacemente integrare lo scarso effetto della radioterapia sui tessuti tumorali ipossici, producendo sostanze tossiche in ambienti ipossici e uccidendo le cellule tumorali.

“Il materiale fornisce una nuova forma di terapia antitumorale – afferma Dong Wenfei, un ricercatore dell’istituto che ha condotto lo studio-. Continueremo a studiare gli effetti dei nanomateriali nella lotta contro il cancro al seno, al polmone e altri tipi di cancro. Se funziona altrettanto bene, il nuovo materiale avrà ampie prospettive di applicazione” conclude.

In Cina c’è un premio scientifico dedicato alla scienza bizzarra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, la denuncia dei medici: “Le donne vengono colpite al volto, al seno e ai genitali”
Esteri / L’Europa si appresta a varare le regole sull’idrogeno verde: ecco perché le lobby sono già in agitazione
Esteri / Libera la cestista statunitense Brittney Griner: scambio di prigionieri con la Russia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, la denuncia dei medici: “Le donne vengono colpite al volto, al seno e ai genitali”
Esteri / L’Europa si appresta a varare le regole sull’idrogeno verde: ecco perché le lobby sono già in agitazione
Esteri / Libera la cestista statunitense Brittney Griner: scambio di prigionieri con la Russia
Esteri / Iran, primo manifestante giustiziato dall'inizio delle proteste
Esteri / Putin rilancia l’allarme nucleare e ammette: “L’operazione in Ucraina potrebbe essere lunga”
Esteri / Caos in Perù: il Parlamento destituisce Castillo dopo il tentativo di sciogliere l’assemblea. Il presidente arrestato
Esteri / Guerra in Ucraina, Putin: “La Russia è pronta a difendersi con ogni mezzo”. Cresce la minaccia nucleare
Esteri / Il Time sceglie Zelensky come “persona dell’anno” per il 2022
Economia / La Francia vieta i voli brevi: via libera dell’Ue, ma solo se c’è il treno. In Italia a rischio tre tratte
Esteri / Commissione Ue: “Riconoscere i diritti dei genitori gay in tutti i Paesi membri”