Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire

Immagine di copertina

Un simbolo del cinema hollywoodiano rischia di scomparire per sempre: il bacino idrico del fiume Colorado è sceso a livelli allarmanti e la situazione continua a peggiorare ogni estate. Tutti ricordano le immagini del maestoso corso d’acqua raccontate dal grande schermo. Ma ormai l’era dei cowboy è finita. Al giorno d’oggi il fiume scorre in un canale di cemento che ne devia la maggior parte del flusso verso i lontani campi agricoli della California. Scorrendo a valle, d’estate il Colorado si prosciuga prima di attraversare il confine tra Stati Uniti e Messico. La crisi del Colorado non è solo questione di amarcord: il corso d’acqua rappresenta infatti il termometro dell’approvvigionamento idrico nell’ovest degli Stati Uniti. Il lento inaridirsi del fiume rischia di alimentare una serie di dispute politiche tra gli Stati che si affacciano sul bacino. Il problema appare tutto sommato semplice: i diritti idrici garantiti sulla carta sono superiori alla quantità di acqua che scorre nel fiume nella stagione secca. E il futuro non è roseo. Le forniture non possono essere incrementate per soddisfare le attuali esigenze agricole, figuriamoci per affrontare i cambiamenti climatici. Secondo l’Onu, senza una riduzione delle emissioni inquinanti, entro il 2050 il flusso medio del Colorado potrebbe ridursi del 31 per cento rispetto alla media storica.

Continua a leggere sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui.
Ti potrebbe interessare
Esteri / Cina: “Palestina diventi membro a pieno titolo dell'Onu”
Esteri / La scrittrice Sophie Kinsella: “Ho un cancro al cervello, sto facendo chemioterapia”
Esteri / Serie di attacchi di Hezbollah al Nord di Israele: 18 feriti. Tajani: “G7 al lavoro per sanzioni contro l’Iran”. Netanyahu: “Israele farà tutto il necessario per difendersi”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Cina: “Palestina diventi membro a pieno titolo dell'Onu”
Esteri / La scrittrice Sophie Kinsella: “Ho un cancro al cervello, sto facendo chemioterapia”
Esteri / Serie di attacchi di Hezbollah al Nord di Israele: 18 feriti. Tajani: “G7 al lavoro per sanzioni contro l’Iran”. Netanyahu: “Israele farà tutto il necessario per difendersi”
Esteri / Copenaghen, distrutto dalle fiamme gran parte dell’edificio della Borsa | VIDEO
Esteri / L’Iran minaccia l’uso di un’arma “mai usata prima”. L’Onu: “Sono 10mila le donne uccise a Gaza dall’inizio della guerra, 19 mila gli orfani”
Esteri / Stati Uniti, Trump: “Il mio processo è un attacco all’America”
Esteri / Iran a Onu invoca il diritto all’autodifesa. Macron: “Risposta sproporzionata. Isolare Teheran e aumentare le sanzioni”. Media: "Israele risponderà all’Iran, ma senza scatenare una guerra regionale"
Esteri / Attacco dell'Iran a Israele: ecco cosa è successo sui cieli del Medio Oriente
Esteri / A Gaza oltre 33.700 morti dal 7 ottobre. Idf colpiscono Hezbollah in Libano. L'Iran: "Non esiteremo a difendere ancora i nostri interessi". La Casa bianca: "Non vogliamo una guerra". L'appello del Papa: "Basta violenza!". Il G7 convocato da Meloni: "Evitare un'ulteriore escalation nella regione". Israele non ha ancora deciso se e quando rispondere all'attacco di Teheran
Esteri / Iran: Pasdaran abbordano una nave "collegata a Israele" | VIDEO