Covid ultime 24h
casi +8.561
deceduti +420
tamponi +143.116
terapie intensive +21

Covid, il vaccino Oxford/Astrazeneca ha un’efficacia media del 70%

Un tipo di dosaggio è risultato efficace al 90 per cento e un altro al 62 per cento, per questo la società farmaceutica ha calcolato una media di efficacia al 70 per cento

Di Anna Ditta
Pubblicato il 23 Nov. 2020 alle 08:28 Aggiornato il 23 Nov. 2020 alle 08:55
57
Immagine di copertina

Il vaccino sviluppato dall’azienda biofarmaceutica AstraZeneca e dall’Università di Oxford, in partnership con l’azienda italiana Irbm Pomezia è “altamente efficace” nella prevenzione del Covid-19 secondo i risultati preliminari dei testi clinici condotti in Regno Unito e Brasile. Il siero ha un’efficacia media del 70 per cento, secondo quanto rende noto il gruppo farmaceutico in un comunicato.

Il vaccino è risultato efficace al 90 per cento quando è stato somministrato a partire da mezza dose, poi completata da una dose completa almeno un mese dopo; mentre un altro regime di dosaggio (2 dosi complete a distanza di un mese) ha avuto un’efficacia del 62 per cento. L’analisi combinata dei due tipi di dosaggio porta a un’efficacia media del 70 per cento, spiega ancora il gruppo farmaceutico.

Il 70 per cento è un risultato positivo, ma più basso rispetto ai vaccini di Pfizer e Moderna, che offrono entrambi una protezione di circa il 95 per cento. In ogni caso, come sottolinea la Bbc, il vaccino di Oxford è molto meno costoso, ed è più facile da conservare e trasportare rispetto agli altri due.

I test clinici sono stati condotti nel Regno Unito e in Brasile, e “non si sono segnalate ospedalizzazioni o casi gravi della malattia” fra i volontari che hanno ricevuto il vaccino, si legge nella nota di AstraZeneca. Ora le indagini proseguono per accumulare dati e stabilire la durata della protezione. La protezione si verifica a partire da 14 giorni dopo la somministrazione della seconda dose e non si sono verificati gravi problemi: in entrambe le formulazioni, il vaccino è stato ben tollerato. Secondo il responsabile dei test per l’Università di Oxford, professor Andrew Pollard, “questi risultati dimostrano che abbiamo un vaccino efficace che salverà molte vite”.

AstraZeneca preparerà i documenti e i dati per chiedere le autorizzazioni “in tutto il mondo alle autorità che hanno un quadro di riferimento per l’approvazione condizionale o anticipata”. L’azienda chiederà inoltre all’Oms l’elenco delle possibilità di approvarlo per “usi di emergenza” per ottenere un percorso accelerato verso la disponibilità di vaccini nei paesi a basso reddito.

Leggi anche: 1. Il piano del Governo per il Natale: Italia zona gialla, ma riaperture e spostamenti limitati /2. “In Puglia rischiamo una nuova Bergamo, dovremo scegliere chi intubare”: parla il presidente dei rianimatori

3. Crisanti a TPI: “A mettere in dubbio il vaccino è il Ceo di Pfizer che vende le sue azioni, non io”/ 4. Esclusivo TPI. Tutti chiusi in casa, ma non l’ordine dei medici di Roma. La denuncia: “Ci sono le elezioni e il presidente vuole far votare 43mila colleghi in presenza”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

57
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.