Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Costa Azzurra, ombrelloni e lettini soltanto ai bianchi. Stabilimenti accusati di razzismo

Immagine di copertina

In alcune spiagge in Costa Azzurra si può trovare posto sotto l’ombrellone soltanto se si è bianchi, se si è neri no. Per questo motivo l’associazione Sos – Racisme ha avviato un’inchiesta sotto copertura e con delle telecamere nascoste il 30 luglio scorso. Il sito Loopsider ha riportato l’indagine.

Per verificare e documentare gli episodi di razzismo, tre coppie sono andate negli stabilimenti a chiedere se ci fosse posto per loro. Le prime due erano composte da ragazzi nordafricani. Per loro non c’era disponibilità. I titolari hanno risposto che i posti erano già tutti riservati. Qualche minuto dopo, per la coppia di bianchi, invece, nessun problema. Per loro c’erano ombrellone e lettini, e nemmeno troppo distanti dal mare.

Lo stesso tipo di discriminazione è avvenuta con la prenotazione telefonica. “Ho chiamato per prenotare due lettini dando un nome dal suono africano, e mi è stato detto che non c’era posto. Quando ho richiamato e ho dato un nome francese, stranamente c’erano ancora posti”, ha raccontato uno dei ragazzi a Le Monde.

L’inchiesta porterà Sos Racism a denunciare due stabilimenti, uno ad Antibes e uno a Juan-les-Pins. “Siamo davanti a un razzismo sistematico nella nostra società, è insopportabile”, ha dichiarato La France Insoumise, partito di sinistra. Anche il direttore della campagna presidenziale di Jean-Luc Melenchon ha commentato l’accaduto con: “È insopportabile”.

A Juan-les-Pins e Antibes gli episodi razzisti sono frequenti, ha detto Sos-Racisme. Un terzo delle spiagge private agisce in modo discriminatorio. A Marsiglia e Aix-en-Provence in due terzi dei locali e dei bar ci sono casi di razzismo. “Abbiamo riscontrato che la discriminazione può essere basata sull’abbigliamento, sul colore della pelle, sull’aspetto fisico e sull’origine della persona. È ingiusto e intollerabile vivere in questo modo”, ha detto Karima Es-slimani, di Sos Racisme Nice a France 3.

Ogni anno in Francia circa 1,2 milioni di persone sono vittime di aggressioni a sfondo razziale e le condanne in tribunale sono circa 1000 a causa del basso numero di denunce.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bambina di quattro anni stuprata dal vicino di casa: muore dopo tre giorni
Esteri / Stati Uniti, fratellini sbranati dai pitbull di casa: gravissima la mamma che ha tentato di salvarli
Esteri / Miss Ucraina e miss Russia nella stessa stanza in hotel: gaffe al concorso di bellezza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bambina di quattro anni stuprata dal vicino di casa: muore dopo tre giorni
Esteri / Stati Uniti, fratellini sbranati dai pitbull di casa: gravissima la mamma che ha tentato di salvarli
Esteri / Miss Ucraina e miss Russia nella stessa stanza in hotel: gaffe al concorso di bellezza
Esteri / Incendio sull’Isola di Pasqua, bruciati diversi Moai: “Danni irreparabili”
Esteri / Zelensky all’Ue: “Siamo sull’orlo del disastro nucleare”
Esteri / Mahsa Amini, l’Iran si difende: “Morta per una malattia al cervello, non per le percosse della polizia”
Esteri / Metsola: “Inviare armi pesanti e carri armati a Ucraina”
Esteri / Chi è Ales Bialiatski, l’attivista bielorusso tra i vincitori del Nobel per la Pace 2022
Esteri / Premio Nobel per la Pace 2022 al bielorusso Ales Bialiatski, ai russi di Memorial e agli ucraini del Centro per le libertà civili
Esteri / Le rivelazioni dell’intelligence Usa al Nyt: “Crediamo che gli ucraini abbiano ucciso Darya Dugina”