Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 10:40
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Cos’è il manspreading e perché a Madrid è vietato

Immagine di copertina

Il trasporto pubblico della capitale spagnola ha diffuso dei cartelli in cui la figura stilizzata di un uomo seduto con le gambe allargate viene chiaramente scoraggiata

L’azienda di trasporto pubblico di Madrid, Empresa Municipal de Transportes, ha iniziato martedì 6 giugno una campagna sui propri mezzi per combattere un comportamento molto diffuso e poco apprezzato di cui pochi però conoscono il nome: il manspreading.

Con questa parola, coniata nel mondo anglosassone, si intende infatti la tendenza tipicamente maschile a sedere con le gambe allargate, invadendo così lo spazio dei propri vicini di posto sui trasporti pubblici.

L’Empresa Municipal ha quindi diffuso sulla propria flotta di autobus dei cartelli in cui l’illustrazione stilizzata di un uomo seduto con le gambe allargate viene chiaramente scoraggiata con una X di divieto.

Eccola:

Come l’azienda ha scritto in un comunicato, la scelta ha ripreso cartelli simili già comparsi in altri sistemi di trasporto pubblico del mondo, tra cui New York, ed è stata fatta in collaborazione con il Dipartimento delle Pari opportunità di Madrid e con il collettivo Microrrelatos Feministas.

Di seguito, alcune immagini collezionate dal Guardian di iniziative simili prese in passato in altri servizi pubblici del mondo: