Covid ultime 24h
casi +22.865
deceduti +339
tamponi +339.635
terapie intensive +64

Il più grande mercato di carne di cane in Corea del Sud sarà chiuso

In vista delle Olimpiadi invernali del 2018 a Pyeongchang, il mercato Moran della città di Seongnam, che vende oltre 80mila cani all'anno, sarà smantellato

Di TPI
Pubblicato il 28 Feb. 2017 alle 17:30 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:34
0
Immagine di copertina

Il mercato Moran della città di Seongnam, in Corea del Sud, vende oltre 80mila cani all’anno, vivi o morti. E fornisce circa un terzo della carne di cane consumata nel paese. Ma lunedì 27 febbraio 2017 i banchi del mercato hanno iniziato a chiudere i battenti, facendo sparire banconi e gabbie.

Dopo essere stata scelta per ospitare i giochi olimpici invernali nel 2018, che si terranno a Pyeongchang, la Corea del Sud è finita al centro delle critiche della comunità internazionale per l’uccisione di cani la cui carne è destinata al consumo umano.

*Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.*

La decisione è stata presa dopo che attivisti per gli animali hanno denunciato le condizioni inumane in cui gli animali vengono tenuti e i metodi utilizzati per ucciderli. I cani destinati al consumo umano vengono infatti uccisi con scariche elettriche, impiccati o picchiati a morte. 

Secondo quanto riporta il quotidiano britannico The Guardian, tuttavia, la chiusura del mercato ha suscitato anche aspre critiche. Secondo i media locali un gruppo di 22 venditori che aveva acconsentito alla chiusura del mercato a dicembre 2016 ora chiede un rimborso per la perdita della propria attività.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.