Covid ultime 24h
casi +23.225
deceduti +993
tamponi +226.729
terapie intensive -19

I convogli della Croce Rossa entrano in quattro città siriane per la prima volta da novembre

In collaborazione con le Nazioni Unite è stato possibile consegnare cibo e medicinali a circa 60mila persone

Di TPI
Pubblicato il 14 Mar. 2017 alle 21:09 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 17:52
0
Immagine di copertina

I convogli umanitari della Croce Rossa Internazionale sono entrati il 14 marzo 2017 in quattro città assediate in Siria per la prima volta dal mese di novembre 2016. L’operazione ha permesso la consegna nelle località di Madaya, Zabadani, Fuah e Kafriya di cibo e medicinali a circa 60mila persone.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come 

Madani e Zabadani sono due cittadine al confine con il Libano bloccate dalle forze a sostegno del governo. Fuah e Kafriya, nel governatorato di Idlib, sono sotto assedio da parte dei ribelli. Il coordinatore regionale umanitario delle Nazioni Unite nella crisi siriana, Kevin Kennedy, ha comunicato che nel mese di febbraio nessun convoglio era riuscito a consegnare il materiale a fronte di una richiesta di 20.

La notizia è stata data direttamente dalla Croce Rossa Internazionale in un tweet nel quale si fa riferimento alla collaborazione con la Mezzaluna Rossa e con le Nazioni Unite.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.