Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Guerra e malattie: come il conflitto rischia di aumentare la diffusione di HIV e tubercolosi in Ucraina

Immagine di copertina

L’invasione della Russia in Ucraina potrebbe provocare un’impennata nei casi di HIV e tubercolosi

L’Ucraina combatte da anni con tassi decisamente alti nei casi di HIV e tubercolosi, ma le riforme operate nel campo della salute pubblica guidate dal governo e dai gruppi della società civile sono riuscite a compiere progressi significativi a riguardo.

Ora però la guerra rischia di spazzare via gli obiettivi raggiunti negli ultimi dieci anni, interrompendo il rifornimento di medicinali antiretrovirali contro l’HIV e per la tubercolosi. Se si pensa anche alle pessime condizioni in cui si trovano le persone in fuga dal fronte, si crea la ricetta perfetta per la diffusione di queste malattie e molti pazienti iniziano a essere preoccupati per il futuro che li attende.

Svetlana, una residente di Dnipro che fa uso di medicine antiretrovirali da quando le è stato diagnosticato l’HIV nel 2010, ha spiegato a Politico come per lei sia impossibile interrompere queste cure, anche per un solo giorno.

“Siamo persone malate,” dice, “queste sono pillole salvavita. Se resto senza vado nel panico.” Svetlana a casa ha medicinali sufficienti per un mese dopo che i dottori hanno iniziato a distribuire un numero più considerevole di compresse ai loro pazienti per garantire scorte sufficienti in caso siano obbligati a fuggire e non riescano a raggiungere un centro per la cura dell’AIDS.

Secondo Politico, circa l’1% della popolazione di età compresa tra i 15 e i 49 anni – circa 250mila persone – vivono con l’HIV in Ucraina. Si tratta del numero più alto in Europa orientale e Asia centrale dopo la Russia – l’unico Paese della regione dove le infezioni di HIV sono ancora in aumento.

A preoccupare le autorità sanitarie locali sono anche i resoconti del passato recente. Quando la Russia invase l’Ucraina orientale nel 2014, annettendo la penisola della Crimea, i funzionari misero al bando i programmi terapeutici per la sostituzione degli oppioidi, arrivando addirittura a bruciare i medicinali in pubblico. Secondo le Nazioni Unite, queste azioni hanno provocato almeno 100 morti per suicido, overdose e complicazioni collegate all’HIV e la tubercolosi nell’anno seguente.

Per ora i medici ucraini si arrangiano come possono. Alcune cliniche mobili che percorrevano degli itinerari fissi per offrire servizi di prevenzione contro l’HIV e la tubercolosi sono state riadattate per operare in economia di guerra, mentre la Fondazione globale per la lotta all’AIDS, la tubercolosi e la malaria ha acquistato una flotta di 16 veicoli per compiere nuovi tragitti nella regione di Kiev e portare aiuti dal confine polacco.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”