Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La classifica delle città più vivibili del mondo secondo l’Economist

Immagine di copertina
Credit: AFP

Nella graduatoria del magazine britannico al primo posto Vienna, che scalza Melbourne

Il magazine britannico The Economist ha stilato la classifica annuale della città più vivibili del 2018.

La graduatoria è stata compilata da una specifica sezione del giornale che si chiama Economist Intelligence Unit (EIU).

La città più vivibile, secondo la rivista, è la capitale dell’Austria, Vienna, che ha spodestato la città australiana di Melbourne, prima nel 2017 e seconda quest’anno.

È la prima volta che una città europea riesce a raggiungere il primo posto nella classifica della EIU.

La classifica mondiale analizza in totale 140 città prendendo in considerazione una serie di fattori, tra cui la stabilità politica e sociale, i livelli di criminalità e di istruzione, oltre all’accesso all’assistenza sanitaria.

Al terzo posto della graduatoria si trova Osaka, in Giappone. L’unica altra città europea tra le prime dieci è Copenaghen, in Danimarca, nona.

L’Australia piazza Melbourne al secondo posto, Sydney al quinto e Adelaide al decimo.

Tre piazzamenti anche per il Canada, che vede Calgary in quarta posizione, Vancouver sesta e Toronto ottava.

Oltre a Osaka, il Giappone vede Tokyo al settimo posto.

Nessuna città degli Stati Uniti è tra le prime dieci.

Tra le città europee, la britannica Manchester è quella che ha registrato il più importante miglioramento rispetto al 2017, guadagnando sedici posizioni e piazzandosi al 35esimo posto.

Londra è 13esima. Amburgo e Helsinki, che avevano conquistato il decimo e il nono posto l’anno scorso, non sono più nella top ten.

Secondo il The Economist, la città meno vivibile del mondo è invece Damasco, in Siria, devastata dalla guerra, seguita da Dhaka, in Bangladesh, e Lagos, in Nigeria.

Tra le dieci città peggiori ci sono anche la pakistana Karachi, la libica Tripoli e l’algerina Algeri.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”
Esteri / La nuova Germania di Olaf Scholz: lotta alla crisi climatica, salario minimo e cannabis legalizzata