Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 14:37
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Regno Unito, sono tutte cinesi le 39 vittime del camion-bara: nuova tragedia dell’immigrazione clandestina

Immagine di copertina
Il camion della morte e l'autista nordirlandese arrestato Mo Robinson

Perquisizioni, intanto, nella notte in Irlanda del Nord da parte della polizia britannica che indaga sul ritrovamento

Regno Unito, sono tutte cinesi le 39 vittime del camion-bara

Erano tutte cinesi le vittime del camion della morte. Si tratta di 31 persone di sesso maschile e otto di sesso femminile: 38 adulti e “una giovane donna” probabilmente non ancora maggiorenne. Trentanove persone ammassate nel container refrigerato di un tir che probabilmente – ma le indagini sono ancora in corso – era utilizzato da una rete di trafficanti di esseri umani per favorire l’immigrazione clandestina nel Regno Unito.

La tragedia è stata scoperta ieri, 23 ottobre, dalla polizia britannica in una zona industriale a Grays, nell’Essex, a sud dell’Inghilterra.

La polizia intanto continua a interrogare il camionista nordirlandese Mo Robinson, 25 anni, arrestato con l’accusa di omicidio. Nella notte, gli inquirenti hanno effettuato alcune perquisizioni nell’Irlanda del Nord. I controlli, in particolare, hanno riguardato due indirizzi nella contea di Armagh, dove è nato e risiede l’autista del camion-bara.

Il sospetto, secondo i media, è che il camionista possa far parte di una rete di basisti coinvolti in operazioni di trasporto per conto di trafficanti d’esseri umani.

Con certezza attualmente si sa che il tir era stato registrato in Bulgaria, a Varna, anche se Sofia non conferma – a differenza di quanto affermato ieri dalla Essex Police britannica – che sia passato nelle ultime settimane per il territorio bulgaro. E che ha poi raggiunto il Regno Unito attraverso il porto belga di Zeerbrugge, sul Mare del Nord, per essere sbarcato a Purfleet, alla foce del Tamigi.

Per trovare un precedente analogo, per gravità, nel Regno Unito bisogna risalire al giugno del 2000. Allora, il ritrovamento avvenne all’interno di un camion sbarcato a Dover, sulla Manica, all’interno del quale la polizia britannica scoprì i cadaveri di ben 58 persone, poi identificate come migranti illegali cinesi. Anche nell’occasione fu arrestato nell’immediatezza dei fatti l’autista, di nazionalità olandese.

Il primo ministro britannico Boris Johnson si è detto “inorridito per il tragico incidente avvenuto nell’Essex”. “I miei pensieri – ha twittato – sono per tutti coloro che hanno perduto la vita e per i loro cari”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Sospensione brevetti vaccini, Ue spaccata: Italia e Francia a favore, Germania contro
Esteri / La guerra della pesca: cosa sta succedendo nella Manica tra Francia e Regno Unito
Esteri / Donna scomparsa ritrovata in un canyon: è sopravvissuta 5 mesi mangiando erba e muschio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Sospensione brevetti vaccini, Ue spaccata: Italia e Francia a favore, Germania contro
Esteri / La guerra della pesca: cosa sta succedendo nella Manica tra Francia e Regno Unito
Esteri / Donna scomparsa ritrovata in un canyon: è sopravvissuta 5 mesi mangiando erba e muschio
Esteri / L’ascesa della lady di ferro di Madrid che ha stravinto le elezioni tenendo aperti i ristoranti
Esteri / Usa, giustiziato per omicidio: 4 anni dopo test scoprono DNA di un altro
Esteri / Francia e Regno Unito inviano navi da guerra nella Manica: alta tensione sulla pesca
Esteri / Un agricoltore ha spostato per sbaglio il confine tra Francia e Belgio
Esteri / Biden annuncia lo stop ai brevetti sui vaccini: "Tempi straordinari richiedono misure straordinarie"
Esteri / Facebook conferma il bando di Trump. Il tycoon sfida il social e lancia la sua piattaforma: “La pagheranno”
Esteri / Basta camerieri, ok a scienziati e ingegneri: al via la stretta sull’immigrazione del Regno Unito