Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

In Cina una scuola permette agli studenti di prendere in prestito voti per passare gli esami

Immagine di copertina

Il progetto è nato in una scuola di Nanchino. Per rimborsare i voti, gli studenti dovranno ottenere in futuro voti ancora più alti o guadagnare crediti con attività extra

Quante volte ci è capitato di arrivare a un esame impreparati, e farci assalire dall’ansia e dal rimorso per aver sprecato tempo prezioso che avremmo potuto usare studiando? Quanto sarebbe stato utile, in quelle occasioni, poter contare su qualche voto in più per strappare la sufficienza, senza dover andare incontro al fallimento? Per gli studenti cinesi adesso è possibile. O quasi. 

In Cina, a Nanchino, esiste infatti una scuola superiore che permette agli studenti di prendere in prestito dei voti da una “banca del voto”, per superare gli esami. Per rimborsare i punti presi in prestito, gli studenti dovranno ottenere in futuro voti ancora più alti o guadagnare crediti con attività extra.

Il sistema educativo cinese si basa su pochi grandi esami, e l’iscrizione all’università è legata a un test che si effettua nell’ultimo anno di scuola superiore.

Questi test molto difficili e da cui dipende spesso il futuro degli studenti, mettono i ragazzi sotto pressione. Sono molti quelli che ricorrono ai metodi hi-tech più avanzati per tentare di barare. Dispositivi sono stati trovati nascosti dentro gioielli, occhiali, portafogli, penne o biancheria intima durante i test. 

“Lo scopo degli esami è quello di valutare gli studenti, correggerne gli errori e portarli a migliorare negli studi, non è quello di rendere le cose difficili, punirli o distruggerne l’entusiasmo”, ha detto Huang Kan, direttore della scuola che ha istituito la banca dei voti. 

Huang ha criticato la cultura cinese che dà un peso troppo grande agli esami, tanto da condizionare il futuro dei ragazzi. 

La banca del voto della Nanjing No. 1 High School, un’antica scuola di Nanchino, è attualmente solo in fase pilota, e al momento è disponibile solo per gli studenti del dipartimento internazionale.

Uno studente intervistato dal quotidiano Yangtse Evening News ha recentemente utilizzato la banca per prendere in prestito sette punti per ottenere il punteggio di 60 a un test di fisica, ma la maggior parte degli studenti di solito ha bisogno di solo uno o due punti, racconta ancora il quotidiano. 

“La differenza di apprendimento tra chi ottiene il punteggio di 59 rispetto a chi ottiene 60 non è grande, ma l’impatto psicologico sugli studenti è enorme”, ha detto Mei Hong, un insegnante della scuola. 

Finora circa un quarto degli studenti che fanno parte del programma pilota hanno preso in prestito voti dalla banca.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza: 34.151 morti dal 7 ottobre. Israele: si dimette il capo dell'intelligence militare. Attentato a Gerusalemme: 3 feriti, 2 arresti. Iraq: Erdogan in visita a Bagdad. Iran: "Non c'è posto per le armi atomiche nella nostra dottrina nucleare"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza: 34.151 morti dal 7 ottobre. Israele: si dimette il capo dell'intelligence militare. Attentato a Gerusalemme: 3 feriti, 2 arresti. Iraq: Erdogan in visita a Bagdad. Iran: "Non c'è posto per le armi atomiche nella nostra dottrina nucleare"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi
Esteri / Brasile, porta il cadavere dello zio in banca per fargli firmare un prestito: arrestata
Esteri / Michel: “Iran è una minaccia non solo per Israele, va isolato”. Teheran: “Potremmo rivedere la nostra dottrina nucleare di fronte alle minacce di Israele”