Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Chi ha usato le armi chimiche?

Immagine di copertina

Secondo Carla Del Ponte, membro di una commissione delle Nazioni Unite, sono i ribelli siriani ad aver usato il gas Sarin

I ribelli siriani avrebbero utilizzato armi chimiche, questa l’accusa che arriva da un rapporto diffuso dal magistrato svizzero Carla Del Ponte, membro di una commissione indipendente d’inchiesta delle Nazioni unite. L’arma chimica in questione prende il nome di gas Sarin, un neurotossico vietato dal diritto internazionale.

Il governo e i ribelli si accusano a vicenda di aver usato armi chimiche in almeno tre episodi: i primi ad Aleppo e Damasco a marzo e poi a Homs a dicembre. La guerra siriana ha avuto inizio nel 2011 e ha già causato tra le 70 e le 90 mila vittime, nonché la fuga di 1,2 milioni di persone dal Paese.

Il gas Sarin è stato scoperto per la prima volta nel 1939 e fu utilizzato nell’attacco terroristico alla metropolitana di Tokyo nel 1995. Un precedente utilizzo anche in Medio Oriente, quando Saddam Hussein scaricò il gas sulla città curda di Halabja causando 5 mila vittime civili. 

Se ne parlava già da parecchie settimane, ma le dichiarazioni di Carla Del Ponte rappresentano un clamoroso colpo di scena, decisamente controcorrente rispetto alle indagini di Londra e Usa che avevano puntato il dito contro il regime siriano, anch’esso accusato di aver usato armi chimiche.

“Secondo le prove che abbiamo raccolto, qualcuno in Siria ha usato armi chimiche, facendo uso di gas Sarin”, dice il magistrato, precisando che le indagini non sono ancora concluse e che non si sa con precisione se anche il governo siriano abbia utilizzato la stessa offensiva: “Le nostre indagini saranno ulteriormente sviluppate, verificate e confermate attraverso nuove prove, ma in base a ciò che abbiamo raccolto finora, possiamo affermare che è l’opposizione ad aver utilizzato il gas”.

Ma l’Onu si dissocia dalla posizione del magistrato svizzero, affermando che non ci sono certezze sulla questione e che l’organizzazione si esprimerà nel mese di giugno, al Consiglio dei Diritti dell’Uomo. “La commissione internazionale d’inchiesta indipendente sulla repubblica siriana chiarisce di non aver ottenuto dati conclusivi sull’uso di armi chimiche in Siria da alcuna parte coinvolta nel conflitto”, si può leggere in una nota della commissione.

Un momento di estrema confusione che rende la situazione siriana ancor più imprevedibile di quanto fosse prima. Un vero colpo per quei Paesi occidentali che sostengono i ribelli siriani e che si erano detti disposti ad intervenire in caso di utilizzo di armi chimiche da parte del regime di Bashar al-Assad.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / La donna che sfida i talebani: “Mentre tutti scappano dall’Afghanistan, io ho scelto di rimanere per lottare”
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli