Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Cos’è il CDA, il partito cristiano-democratico in corsa per le elezioni olandesi

Guidato da Sybrand van Haersma Buma il partito punta a invertire il pessimo risultato delle scorse elezioni politiche

Di TPI
Pubblicato il 14 Mar. 2017 alle 11:18 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:27
0
Immagine di copertina

Appello Cristiano Democratico (CDA) è un partito di orientamento cristiano-democratico da decenni attivo nella politica olandese e che nel corso degli anni ha anche espresso tre primi ministri, ultimo dei quali Jan Peter Balkenende, predecessore dell’attuale premier Mark Rutte e in carica fino al 2010.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Da quell’anno, le prestazioni elettorali del CDA sono decisamente scese, al punto che alle scorse elezioni politiche del 2012 il partito ha raggiunto il suo minimo storico, con l’8,5 per cento dei consensi.

A cercare di cambiare questa tendenza c’è però Sybrand van Haersma Buma, 51enne di famiglia nobile eletto alla guida del partito nel 2012.

Di famiglia protestante (il CDA nasce dall’unione di partiti cattolici e protestanti in un paese in cui la maggior parte della popolazione non è religiosa), fu scelto a capo del partito dopo aver duramente criticato il partito antieuropa e antiimmigrati del PVV e il suo leader Wilders, che inizialmente avevano dato l’appoggio esterno al primo governo del liberal-conservatore Rutte di cui faceva parte anche il CDA.

Dopo il fallimento di quell’esperienza di governo, nel 2012 nacque il nuovo governo di Rutte, formato solo da esponenti del liberalconservatore VVD e laburisti, senza la partecipazione stavolta del CDA che, senza ministeri, ha potuto riorganizzare il partito dopo aver toccato il minimo storico di consensi.

Nel 2012, quindi, il partito ha deciso di adottare un nuovo corso politico, abbandonando alcune delle posizioni più conservatrici, sposando una politica apertamente europeista e posizioni liberiste, tra cui l’adozione di una flat-tax, al fianco di una politica amichevole nei confronti dell’immigrazione.

Attualmente, i sondaggi riguardo le elezioni politiche del 2017 segnalano una notevole ripresa del CDA dopo l’insuccesso del 2012.

I tre sondaggi pubblicati il 13 marzo 2017 assegnano al partito una percentuale compresa tra il 17 e il 21 per cento dei consensi, che potrebbero valere il terzo posto per la formazione cristiano-democratica dietro i liberalconservatori di Rutte e gli euroscettici di Wilders.

LEGGI ANCHE: I PROFILI DEI CANDIDATI ALLE ELEZIONI NEI PAESI BASSI

— Chi è Mark Rutte, il liberale europeista che vuole continuare a governare i Paesi Bassi

— Chi è Geert Wilders, il Trump dei Paesi Bassi, euroscettico e xenofobo

— Chi è Jesse Klaver, il giovane leader dei Verdi olandesi che vuole sconfigger il populismo

— Tutto quello che c’è da sapere sulle elezioni nei Paesi Bassi 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata


0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.