Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Cane spara al padrone e lo ferisce gravemente: “Non intendeva farlo. È buono”

Immagine di copertina

Tex Gilligan, un cittadino americano di 74 anni, è stato gravemente ferito da un colpo di arma da fuoco. A sparare non un altro essere umano, ma il suo cane. Sì, avete capito bene. Ma niente di premeditato, ovviamente: “E’ un buon cane. Non intendeva farlo”, ha voluto precisare Tex.

Secondo quanto riporta Abc News, con tanto di foto, l’uomo si trovava in auto nel deserto del New Mexico (Stati Uniti) per una battuta di caccia alla lepre quando Charlie, uno dei suoi tre cani che erano con lui in quel momento, ha toccato con la zampa il grilletto dell’arma da fuoco di Tex e fatto esplodere un colpo che ha attraversato il sedile dell’auto.

“Mi ha rotto tre costole, perforato un polmone e rotto una clavicola – ha spiegato Gilligan a Abc News direttamente dal letto d’ospedale dove è stato ricoverato -. Avevo un grosso buco e ho perso molto sangue”.

All’inizio Gilligan ha pensato di essere stato ferito da un colpo sparato da un altro cacciatore, poi la scoperta che a sparare era stato il suo cane.

Una tragedia sfiorata evitata solo grazie al fatto che l’uomo aveva un cellulare con il quale ha potuto chiamare i soccorsi.

“I soccorritori della DASO (Doña Ana County Sheriff’s Office) mi hanno salvato la vita: se avessero aspettato altri 10 minuti sarei morto – ha precisato -. Ho perso così tanto sangue che poco prima di arrivare in ospedale hanno dovuto rianimarmi con il Cpr”.

cane spara uomo storia

L’uomo – arrivato in ospedale in condizioni critiche – è stato sottoposto a diversi interventi chirurgici e ora – trasferito in un centro di riabilitazione a Las Cruces – è sulla via della guarigione.

Charlie, Scooter e Cowboy – questi i nomi dei tre cani – sono stati mandati in un Centro di assistenza per gli animali della Mesilla Valley.

“Povero Charlie, è un buon cane – ha spiegato Gilligan -. Il dipartimento dello sceriffo ha detto che l’unico con cui avevano problemi era Cowboy, gli altri due si sono comportati in maniera amichevole”.

Cani che Tex riabbraccerà a breve, a patto che – la prossima volta – eviti di lasciare la sua arma da fuoco carica e senza sicura inserita lontano dal suo controllo…

Ti potrebbe interessare
Esteri / La guerra della pesca: cosa sta succedendo nella Manica tra Francia e Regno Unito
Esteri / Donna scomparsa ritrovata in un canyon: è sopravvissuta 5 mesi mangiando erba e muschio
Esteri / L’ascesa della lady di ferro di Madrid che ha stravinto le elezioni tenendo aperti i ristoranti
Ti potrebbe interessare
Esteri / La guerra della pesca: cosa sta succedendo nella Manica tra Francia e Regno Unito
Esteri / Donna scomparsa ritrovata in un canyon: è sopravvissuta 5 mesi mangiando erba e muschio
Esteri / L’ascesa della lady di ferro di Madrid che ha stravinto le elezioni tenendo aperti i ristoranti
Esteri / Usa, giustiziato per omicidio: 4 anni dopo test scoprono DNA di un altro
Esteri / Francia e Regno Unito inviano navi da guerra nella Manica: alta tensione sulla pesca
Esteri / Un agricoltore ha spostato per sbaglio il confine tra Francia e Belgio
Esteri / Biden annuncia lo stop ai brevetti sui vaccini: "Tempi straordinari richiedono misure straordinarie"
Esteri / Facebook conferma il bando di Trump. Il tycoon sfida il social e lancia la sua piattaforma: “La pagheranno”
Esteri / Basta camerieri, ok a scienziati e ingegneri: al via la stretta sull’immigrazione del Regno Unito
Esteri / Affari e petrolio: Total finanzia da anni la giunta militare in Myanmar