Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:19
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Camera dei Lord britannica ha votato contro il governo per proteggere i diritti dei cittadini Ue

Immagine di copertina

La sconfitta del governo alla Camera Alta non ostacola di fatto la procedura Brexit, ma la rallenta

La Camera dei Lord ha votato contro il disegno di legge presentato dal governo che autorizza l’uscita del Regno Unito dalla Unione europea. L’emendamento, che richiede che siano garantiti i diritti dei cittadini europei residenti nel Regno Unito, ha ottenuto 358 voti a favore e 256 contro. Riguarda, in via approssimativa, circa 3 milioni di persone. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Questa sconfitta all’interno della Camera Alta non ostacola di fatto la procedura Brexit, ma introduce la richiesta che entro tre mesi siano introdotte misure per rendere uguali i diritti di cittadinanza delle persone provenienti da paesi Ue già residenti nel paese.

Il disegno di legge dovrà tornare alla Camera dei Comuni, che nella prima lettura proposta dal governo l’aveva approvato senza emendamenti. 

Su questo punto il governo Tory aveva garantito che tali diritti sarebbero stati rispettati all’interno di un accordo di reciprocità, ossia con le stesse garanzie per oltre un milione di cittadini britannici sparsi nel continente europeo.  

Se la Camera dei Comuni voterà a favore dell’emendamento presentato dai Lords, allora la procedura si allungherà considerando la nuova discussione. In ogni caso è questa camera “elettiva” ad avere la meglio, in virtù del fatto di essere democraticamente eletta e avendo comunque l’ultima parola.

Tramonta l’ipotesi di poter annunciare la partenza dei negoziati sul divorzio già dal prossimo vertice Ue del 9 e 10 marzo. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati
Esteri / Ungheria, Orban sfida l'Ue: "Un referendum sulla legge anti-Lgbtq"
Esteri / Jeff Bezos ringrazia i dipendenti e i clienti Amazon: “Avete pagato il mio volo nello spazio”