Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Cambogia, un cittadino britannico è stato condannato per “pornografia involontaria”

Immagine di copertina

L'uomo era stato arrestato durante una festa in cui ballava con altri turisti e postava foto sui social media. I balli, secondo le autorità cambogiane, erano pornografici

Un cittadino britannico di nome Daniel Jones è stato arrestato in Cambogia perché accusato di aver prodotto pornografia.

L’uomo, processato lo scorso 15 marzo, è stato arrestato il 25 gennaio insieme ad altri 9 stranieri dalla polizia cambogiana durante un raid condotto in una festa nella città di Siem Reap, sede delle rovine di Angkor Wat.

Il tribunale cambogiano ha stabilito che la sua condanna a un anno di prigionia sia sottoposta a una sospensione condizionale di 10 mesi.

La Cambogia, un paese buddista conservatore, è spesso frequentata da giovani turisti che visitano il sud-est asiatico. Quando è stato arrestato, Daniel Jones stava ballando insieme ad altre persone a bordo piscina e postando alcune foto sui social media.

Le autorità cambogiane hanno detto che i balli erano provocatori e le foto postate sui social media erano pornografiche.

Il giudice TholUm Chan della corte provinciale di Siem Reap ha predisposto che Jones debba scontare solo un mese e 22 giorni della sua condanna a un anno, definendo il suo atto di produrre pornografia “non intenzionale”.

“L’imputato ha dichiarato di aver prodotto pornografia che influenza la cultura Khmer (ossia la cultura tradizionale cambogiana) in modo involontario”, ha detto il giudice mentre leggeva il verdetto.

Jones ha negato di aver prodotto pornografia.

“Non c’erano prove contro il mio cliente”, ha detto il suo avvocato, Ouch Sopheaktra. “Come avvocato, non sono contento di questa decisione”.

La corte ha lasciato cadere le accuse contro gli altri nove stranieri.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Chi sono i tre italiani rapiti in Mali: Rocco Langone, Maria Caivano e il figlio Giovanni
Cultura / In Bielorussia il governo vieta il romanzo “1984” di George Orwell
Esteri / “Putin circondato dai medici, curato anche tra una riunione e l’altra”: le nuove voci sul suo stato di salute
Ti potrebbe interessare
Esteri / Chi sono i tre italiani rapiti in Mali: Rocco Langone, Maria Caivano e il figlio Giovanni
Cultura / In Bielorussia il governo vieta il romanzo “1984” di George Orwell
Esteri / “Putin circondato dai medici, curato anche tra una riunione e l’altra”: le nuove voci sul suo stato di salute
Esteri / Sharm El Sheikh, bimba abruzzese di 13 mesi cade dal balcone e muore
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "Nessun negoziato senza scambio di soldati dell'Azovstal". La Russia vieta l'ingresso a Biden
Esteri / I video dell’esecuzione dei civili a Bucha: le nuove prove pubblicate dal New York Times
Economia / Il paradosso delle sanzioni: dall’invasione l’Italia ha quadruplicato le importazioni di petrolio russo
Esteri / Sfida sui ghiacci: la guerra dell’Artico tra Nato e Russia
Esteri / La figlia di Putin sta con uno Zelensky: la relazione segreta di Katerina con il coreografo Igor
Cronaca / Mali, tre italiani e un togolese rapiti da uomini armati: sequestrata una coppia con bambino