Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:22
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come

Immagine di copertina

Amazon (insieme a Google) è entrata nel Project Nimbus: un maxi-accordo per la fornitura di servizi cloud allo Stato di Israele. Da anni il colosso del web si sta militarizzando, vendendo le sue tecnologie ad eserciti e governi. Ora contribuirà alle attività di intelligence e sorveglianza dei militari israeliani nei confronti dei palestinesi? L’inchiesta sul sesto numero del settimanale TPI - The Post Internazionale, in edicola dal 22 ottobre

Lo scorso maggio, mentre cadevano ancora le bombe sulla striscia di Gaza e andava in scena il più cruento conflitto in quell’area dal 2014, Amazon e Google firmavano un contratto da 1,2 miliardi di dollari col governo israeliano. L’accordo fa parte del “Project Nimbus”, un maxi-piano per la fornitura di servizi cloud all’amministrazione pubblica e all’esercito israeliano. A sollevare il caso, in questi giorni, sono stati circa 400 dipendenti delle due Big Tech, che in una lettera pubblicata dal The Guardian hanno condannato apertamente la partnership con Israele. TPI ha intervistato in esclusiva Issa Amro, uno dei più importanti attivisti palestinesi, che su questo accordo ci ha detto: “I servizi cloud di Amazon e Google daranno all’esercito israeliano ancora più potere e accuratezza per profilarci e reprimere il nostro dissenso”…
Continua a leggere l’articolo sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue