Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La Brexit potrebbe far saltare gli accordi di pace in Irlanda del Nord

Immagine di copertina

A dichiararlo è stato il leader del Sinn Fein, Gerry Adams

L’uscita del Regno Unito – e con esso dell’Irlanda del nord – dall’Unione europea potrebbe far saltare gli accordi di pace che hanno posto fine a 30 anni di conflitto tra cattolici e protestanti nel nord dell’Irlanda. A dichiararlo è il leader locale del Sinn Fein – partito cattolico e repubblicano – Gerry Adams. 

Gli accordi in questione sarebbero gli accordi del Venerdì Santo, firmati il 10 aprile 1998, con cui si pose fine a una guerra che vide in campo l’esercito britannico, i paramilitari cattolici e quelli protestanti e portò alla morte di 3.500 persone circa.

Adams, intervenendo a Dublino in un evento dedicato alla riunificazione dell’Irlanda, non è entrato nel merito su come la Brexit metterebbe in discussione gli accordi del Venerdì Santo. Tuttavia, ha messo in evidenza come l’Irlanda del Nord – che rappresenta una nazione in seno al Regno Unito – abbia votato per rimanere nell’Ue, e far sì che esca dall’unione rappresenterebbe un’azione ostile.

Adams ha infatti aggiunto che Belfast dovrebbe fare un accordo con l’Unione europea, anche se le parole pronunciate dal premier britannico Theresa May, secondo cui il Regno Unito lascerà l’Ue senza mezzi termini, non vanno assolutamente in questo senso.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, Israele: 70 obiettivi colpiti in 24 ore. Cisgiordania, raid israeliano a Jenin. L'Anp: 7 morti e 9 feriti. Libano, Idf: ucciso un comandante di Hezbollah. Iran: cominciati i funerali di Raisi a Tabriz
Esteri / Corte penale internazionale, il procuratore chiede l'arresto per Netanyahu, Gallant e tre leader di Hamas
Esteri / Vittoria per Julian Assange: può fare appello contro l’estradizione negli Usa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, Israele: 70 obiettivi colpiti in 24 ore. Cisgiordania, raid israeliano a Jenin. L'Anp: 7 morti e 9 feriti. Libano, Idf: ucciso un comandante di Hezbollah. Iran: cominciati i funerali di Raisi a Tabriz
Esteri / Corte penale internazionale, il procuratore chiede l'arresto per Netanyahu, Gallant e tre leader di Hamas
Esteri / Vittoria per Julian Assange: può fare appello contro l’estradizione negli Usa
Esteri / Iran: cosa può accadere ora dopo la morte del presidente Raisi
Esteri / Cosa sappiamo finora sull'incidente del presidente iraniano Raisi
Esteri / Corte penale internazionale, il procuratore capo chiede l'arresto per Netanyahu, Gallant e i leader di Hamas. Israele: "Uno scandalo". Biden: "Oltraggioso". Hamas: "Equipara vittime e carnefice"
Esteri / Iran: Mokhber presidente ad interim. Ali Bagheri nominato ministro degli Esteri. Domani i funerali di Stato. Aperta un'indagine sull'incidente. Il Consiglio di Sicurezza Onu osserva un minuto di silenzio
Esteri / Guerra in Ucraina, Kiev: “I russi hanno perso 10.000 uomini in una settimana”
Esteri / Ultimatum di Gantz a Netanyahu. L’Onu: 800 mila persone in fuga da Rafah. Al Jazeera: 64 morti a Gaza nelle ultime 24 ore
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: eliminati nel Donbass 125 militari ucraini in 24 ore