Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’Fmi avverte che l’eventuale Brexit sarebbe dannosa per i mercati finanziari

Immagine di copertina

La Brexit, secondo l'Fmi, interromperebbe relazioni commerciali consolidate e causerebbe "grandi sfide" sia per il Regno Unito che per il resto d’Europa

L’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, la cosiddetta Brexit, potrebbe causare “gravi danni regionali e globali”, ha avvertito il Fondo Monetario Internazionale. La Brexit interromperebbe relazioni commerciali consolidate e causerebbe “grandi sfide” sia per il Regno Unito che per il resto d’Europa. 

L’Fmi ha detto che l’annuncio del referendum aveva già creato incertezza negli investitori e un voto favorevole all’uscita dall’Ue potrebbe solo aumentare l’incertezza e la volatilità dei mercati finanziari. L’Fmi ha anche rivisto al ribasso le sue previsioni di crescita del Regno Unito. Si attende una crescita dell’1,9% per quest’anno, rispetto alla stima del 2,2% fatta a gennaio.

L’eventuale uscita del Regno Unito dalla Ue “ostacolerebbe e ridurrebbe i mutui scambi e i flussi finanziari” e limiterebbe i benefici della cooperazione economica e dell’integrazione, come quelli derivanti dalle economie di scala.

Tuttavia, il Fondo ha detto che la domanda interna, sostenuta dai prezzi dell’energia più bassi e da un mercato immobiliare vivace, aiuterebbe a compensare l’impatto della Brexit. 

Il primo ministro David Cameron, favorevole a rimanere nella Ue, ha twittato: “L’Fmi ha ragione – lasciare l’Ue maggiori rischi per l’economia del Regno Unito. Siamo più forti, più sicuri e migliori rimanendo nell’Unione europea”.

“Vote leave”, la campagna del gruppo a favore dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, ha criticato le affermazioni del Fondo monetario dicendo le sue previsioni sul Regno Unito, e anche sugli altri paesi, si sono rivelate sempre sbagliate. 

La Confederazione delle industrie britanniche aveva già avvertito che la Brexit sarebbe potuta costare 100 miliardi di sterline al paese e quasi un milione di posti di lavoro. Secondo l’agenzia di rating Moody invece, l’uscita dalla Ue non avrà un impatto economico notevole ed è improbabile che possa portare grandi perdite di posti di lavoro. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Donbass, schiaffo di Kiev a un giorno dall’annessione: Mosca ammette il ritiro da Lyman
Esteri / Nord Stream: “Esplosi 500 chili di tritolo. Bombe piazzate da robot di manutenzione”
Esteri / Russia, il rapper Walkie si toglie la vita per non andare in guerra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Donbass, schiaffo di Kiev a un giorno dall’annessione: Mosca ammette il ritiro da Lyman
Esteri / Nord Stream: “Esplosi 500 chili di tritolo. Bombe piazzate da robot di manutenzione”
Esteri / Russia, il rapper Walkie si toglie la vita per non andare in guerra
Esteri / Con il nuovo reattore Olkiluoto-3 la Finlandia si aggiudica la centrale nucleare più potente d’Europa
Cronaca / Putin annette le regioni ucraine: “Saranno russe per sempre. Ora disposti a negoziare”
Esteri / Ucraina, sale la tensione a Zaporizhzhia: missili su un convoglio umanitario, 25 morti
Esteri / Nord Stream, 007 Russia: “Prove coinvolgimento Occidente in attacchi”. Grande nuvola di metano su Norvegia e Svezia
Esteri / Guerra in Ucraina, le intercettazioni dei soldati russi: “Putin è un idiota. Ci ordinano di uccidere tutti”
Esteri / Non solo il velo: la rivolta in Iran assume le dimensioni di una vera lotta di classe
Esteri / Afghanistan, attentato in una scuola di Kabul: almeno 19 morti e 27 feriti