Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:03
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

In Brasile un quinto ministro del governo di Temer si dimette per corruzione

Immagine di copertina

Geddel Vieira Lima è stato accusato dall'ex ministro della cultura, Marcelo Calero, di avergli fatto pressioni per approvare un investimento immobiliare a Salvador

Geddel Vieira Lima, una delle principali figure dell’esecutivo del presidente brasiliano Michel Temer, si è dimesso per uno scandalo di corruzione. Lo scandalo coinvolge anche il presidente, accusato di aver aiutato Lima. Temer nega ogni coinvolgimento. 

Geddel Vieira Lima, che era incaricato delle relazioni con il Congresso, è stato accusato dall’ex ministro della cultura, Marcelo Calero, di avergli fatto pressioni per approvare un investimento per la costruzione di appartamenti di lusso in uno storico quartiere di Salvador, nello stato di Bahia.

Lo scandalo potrebbe rivelarsi un duro colpo per il presidente Temer, che aveva promesso di combattere la corruzione. 

Lima è il quinto ministro a lasciare l’esecutivo di Temer con l’accusa di corruzione. 

Il ministro Calero, che si è dimesso la settimana scorsa, aveva posto il veto al progetto sulla base del fatto che l’edificio proposto sarebbe dovuto sorgere su un sito protetto. 

Lima aveva interesse che il ministro Calero cambiasse la sua decisione, dal momento che aveva comprato una proprietà nell’immobile per una cifra corrispondente a 760mila dollari. 

Il presidente Michel Temer è salito al potere pochi mesi fa, dopo che l’ex presidente Dilma Rousseff è stata messa sotto accusa per aver manipolato il bilancio. Fin dal suo insediamento, Temer sta facendo i conti con numerose accuse di corruzione contro il suo partito e contro il suo esecutivo. 

Prima di lui e di Calero si erano già dimessi Enrique Eduardo Alves, ministro del Turismo, Romero Juca, ministro per la Pianificazione e il ministro per la Trasparenza, Fabiano Silvera. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Esteri / L’economista Zamagni a TPI: “Oggi le guerre sono figlie della ribellione del Sud Globale all’Occidente”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Esteri / L’economista Zamagni a TPI: “Oggi le guerre sono figlie della ribellione del Sud Globale all’Occidente”
Esteri / Bombardamenti israeliani nel centro di Gaza: 17 morti. L'allarme dell'Oms: "Nella Striscia rischio carestia"
Esteri / Papa Francesco: “L’ideologia del gender è il pericolo più brutto”
Esteri / Strage di civili a Gaza: il filmato dei palestinesi accalcati intorno ai camion degli aiuti
Esteri / Nella Striscia di Gaza si sta consumando una catastrofe umanitaria senza precedenti
Esteri / Putin: “L’Occidente rischia di provocare una guerra nucleare che devasterebbe la civiltà”
Esteri / Macron dopo la strage della farina: “Orrore a Gaza, cessate il fuoco subito e aiuti”. Borrell: "Inorridito da massacro"
Esteri / Putin minaccia l’Occidente: “Fa rischiare la guerra nucleare”