Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

“Ha stuprato e ammazzato la figlia di 2 anni”: gang criminale lo tortura e pubblica il video shock

È accaduto a Salvador, in Brasile

Di Redazione TPI
Pubblicato il 24 Gen. 2019 alle 10:27 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:24
0
Immagine di copertina
Un momento del filmato shock

A Salvador, in Brasile, una gang criminale ha torturato e ucciso un uomo di 27 anni sospettato di aver stuprato e ucciso la sua figliastra di due anni.

Edson Neri Barbosa Dos Santos, questo il nome della vittima, è stato catturato da un gruppo di rapitori dopo che si era messo in fuga da qualche giorno.

L’uomo, infatti, temeva che la polizia potesse arrestarlo. Gli agenti erano sulle sue tracce poiché Dos Santos era sospettato di aver violentato la figliastra, Agatha Sophia, e di averla poi uccisa.

Ma la fuga di Dos Santos è durata poco: a fermarlo non sono state le forze dell’ordine ma un gruppo di criminali locali.

Questi ultimi hanno deciso di farsi giustizia da soli e di punire l’uomo per l’assassinio della figliastra. Lo hanno quindi legato, torturato e poi ucciso.

Non paghi, hanno anche pubblicato in rete il video shock. Nel filmato si vedono le terribili violenze inflitte a Dos Santos che, disperato, cerca di liberarsi dalla morsa dei rapitori, ma invano.

Le autorità brasiliane, dopo aver visionato il filmato, hanno confermato che la persona che viene torturata e uccisa è proprio l’uomo che stavano cercando da domenica 20 gennaio.

I criminali, nella registrazione, sostengono di far parte di una gang conosciuta come Bonde do Maluco. Nel filmato, prima di torturare Dos Santos, lo insultano dicendogli che merita di finire come la figliastra.

Il corpo del 27enne è stato trovato con i segni di colpi di arma da fuoco.

Gli agenti ora sono sulle tracce dei componenti della gang. Il filmato diffuso in rete potrebbe essere d’aiuto: dal video potrebbero essere infatti ricavati alcuni particolari sulla location esatta in cui si trovavano i criminali (in ogni caso, di sicuro, nella città di Salvador).

Questo tipo di violenza tra bande criminali non è raro in alcune città del Brasile. Il video ha avuto ampia diffusione sui social prima di essere rimosso.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.