Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Bill Gates vorrebbe tassare i robot che sostituiscono gli umani sul lavoro

Immagine di copertina

Il fondatore della Microsoft, nonché uomo più ricco del mondo, ha detto la sua sull'automazione dei mestieri, sostenendo che una tassazione potrebbe aiutare altri settori

Nonostante sia un processo molto lento che al momento sembra più vicino alla fantascienza che alla realtà, in molti concordano nel prevedere che nel corso dei prossimi decenni molti lavori attualmente svolti da esseri umani possano essere invece svolti da macchine.

I robot sono già oggi in grado di controllare diverse funzioni prima supervisionate dall’uomo, e se la tecnologia continuerà a investire in quest’ambito, non è così assurdo ipotizzare un futuro non troppo lontano in cui molti mestieri possano essere automatizzati. 

In una recente intervista sulla testata Quartz, uno dei personaggi più noti ed influenti del mondo dell’informatica ha detto la sua sull’argomento, proponendo una tesi originale: parliamo di Bill Gates.

Il sessantunenne fondatore della Microsoft e uomo più ricco del mondo con una fortuna stimata in 75 miliardi di dollari, ha infatti dichiarato che a suo parere, se effettivamente i robot sostituiranno l’uomo in molte mansioni, allora dovranno essere tassati allo stesso modo.

Una “tassa sui robot” potrebbe secondo Gates finanziare lavori che si occupano di persone anziane o bambini nelle scuole, mestieri per i quali gli esseri umani sono più adatti degli automi.

“Quello che il mondo vuole è di cogliere quest’opportunità di avere tutti i beni e i servizi che abbiamo oggi e allo stesso tempo liberarci dalla fatica, e migliorare i lavori che hanno a che fare con gli anziani, aiutare i bambini con esigenze speciali, insomma quegli ambiti in cui l’empatia e la comprensione umane sono ancora uniche. E abbiamo un’immensa carenza di persone in quegli ambiti”.

Parlando di mestieri come quelli che riguardano l’organizzazione di magazzini, la guida e le pulizie, che in parte sono già stati notevolmente affetti dall’avvento delle macchine, Gates ha detto: “Bisognerebbe essere disposti ad alzare il livello di tassazione e a rallentare la velocità di automazione”.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Burkina Faso, strage di cristiani in un villaggio. Ci sono almeno 22 morti
Esteri / Chi è Robert Crimo, il rapper arrestato per la sparatoria del 4 luglio in Illinois
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Occidente non permette la pace”. Kiev: “Negoziati solo dopo cessate il fuoco”
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra