Covid ultime 24h
casi +16.232
deceduti +360
tamponi +364.804
terapie intensive -55

Bangladesh, 15 morti e 400 dispersi nell’incendio del campo Rohingya. Sono 45mila le persone in fuga

Di Anna Ditta
Pubblicato il 22 Mar. 2021 alle 18:35 Aggiornato il 23 Mar. 2021 alle 11:56
4
Immagine di copertina
Credit: EPA/UNHCR BANGLADES

È di almeno 15 morti, 400 dispersi, 560 feriti e 45mila sfollati il bilancio dell’incendio che ha distrutto le baracche di un campo di profughi Rohingya a Cox’s Bazar, in Bangladesh. Lo ha riferito Johannes van der Klauuw, responsabile dell’associazione Onu per i rifugiati (Unhcr) nel Paese asiatico, chiarendo che le cifre non sono ancora definitive. Si tratta del terzo incendio che ha colpito gli insediamenti in quattro giorni.

Nel distretto di Cox’s Bazar vivono in condizioni difficili e precarie quasi un milione di persone della minoranza Rohingya, arrivati dal vicino Myanmar dal 2017. Secondo i funzionari locali, l’incendio è iniziato in uno dei 34 campi che si estendono su oltre 3mila ettari di terra, prima di estendersi ad altri due campi. Centinaia di vigili del fuoco e operatori umanitari hanno lottato contro le fiamme e hanno messo al sicuro i rifugiati.

L’incendio nel campo Rohingya ha sventrato centinaia di tende e numerosi centri sanitari e altre strutture, secondo funzionari del Bangladesh e testimoni. Due diversi roghi lo scorso venerdì avevano già distrutto decine di baracche. La causa degli incendi non sono al momento note.

Leggi anche: Picchiati e lasciati morire di fame: su TPI le testimonianze dei bambini Rohingya bloccati per mesi in mare

4
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.