Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Bimba di 3 anni le rompe il lettore dvd, babysitter la uccide con 10 coltellate

Di Marco Nepi
Pubblicato il 18 Feb. 2020 alle 08:41
199
Immagine di copertina
Crediti: Pixabay

Bimba di tre anni rompe il lettore dvd della babysitter e lei la uccide con 10 coltellate

Dieci pugnalate con un grosso coltello da cucina hanno messo fine alla vita di Zlata, una bimba di appena tre anni. L’infanticidio è avvenuto nel novembre 2019 nella cittadina di Vesovaya, nel centro del Kazakistan, e la donna che ha commesso una tale atrocità, Tamara Kazantseva, è stata condannata dal tribunale a 20 anni di carcere.

La bambina, lasciata da sola, avrebbe distrutto il suo lettore dvd e, di conseguenza, avrebbe scatenato l’ira della babysitter. La donna, 34 anni, avrebbe dovuto prendersi cura di lei soltanto per un paio d’ore.

Zlata, la bambina uccisa da 10 coltellate dalla sua babysitter

I genitori della piccola Zlata avevano chiesto il supporto della babysitter per qualche ora e, una volta usciti di casa, Tamara avrebbe invece lasciato la bambina da sola in soggiorno a giocare, per andare in cucina dal suo ragazzo e ubriacarsi insieme.

Storditi dalla vodka, i due hanno pensato bene di ritirarsi in camera da letto per un pisolino, ma sono stati svegliati dalle urla di Zlata. La bambina, lasciata da sola per chissà quanto tempo, è stata trovata stesa per terra, schiacciata dal peso del lettore dvd che aveva tirato giù dal mobile della tv.

Interessandosi più del lettore dvd danneggiato che della salute della bambina, Tamara Kazantseva è corsa in cucina, adirata, ha afferrato un coltello e ha aggredito la bambina pugnalandola dieci volte.

Il fidanzato della donna, dopo aver assistito alla scena, ha subito chiamato un’ambulanza, ma era ormai troppo tardi. All’arrivo dei soccorsi, la bambina era già morta.

“L’ho fatto per punirla”, ha confessato la donna alla polizia.

199
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.