Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:19
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Bimba di 3 anni le rompe il lettore dvd, babysitter la uccide con 10 coltellate

Immagine di copertina
Crediti: Pixabay

Bimba di tre anni rompe il lettore dvd della babysitter e lei la uccide con 10 coltellate

Dieci pugnalate con un grosso coltello da cucina hanno messo fine alla vita di Zlata, una bimba di appena tre anni. L’infanticidio è avvenuto nel novembre 2019 nella cittadina di Vesovaya, nel centro del Kazakistan, e la donna che ha commesso una tale atrocità, Tamara Kazantseva, è stata condannata dal tribunale a 20 anni di carcere.

La bambina, lasciata da sola, avrebbe distrutto il suo lettore dvd e, di conseguenza, avrebbe scatenato l’ira della babysitter. La donna, 34 anni, avrebbe dovuto prendersi cura di lei soltanto per un paio d’ore.

Zlata, la bambina uccisa da 10 coltellate dalla sua babysitter

I genitori della piccola Zlata avevano chiesto il supporto della babysitter per qualche ora e, una volta usciti di casa, Tamara avrebbe invece lasciato la bambina da sola in soggiorno a giocare, per andare in cucina dal suo ragazzo e ubriacarsi insieme.

Storditi dalla vodka, i due hanno pensato bene di ritirarsi in camera da letto per un pisolino, ma sono stati svegliati dalle urla di Zlata. La bambina, lasciata da sola per chissà quanto tempo, è stata trovata stesa per terra, schiacciata dal peso del lettore dvd che aveva tirato giù dal mobile della tv.

Interessandosi più del lettore dvd danneggiato che della salute della bambina, Tamara Kazantseva è corsa in cucina, adirata, ha afferrato un coltello e ha aggredito la bambina pugnalandola dieci volte.

Il fidanzato della donna, dopo aver assistito alla scena, ha subito chiamato un’ambulanza, ma era ormai troppo tardi. All’arrivo dei soccorsi, la bambina era già morta.

“L’ho fatto per punirla”, ha confessato la donna alla polizia.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”