Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il Bahrein ha giustiziato tre uomini

Immagine di copertina

Le tre persone, che sono state fucilate domenica 15 gennaio, erano state condannate per un attacco dinamitardo del 2014 costato la vita a tre poliziotti

Il Bahrein ha giustiziato tre uomini di fede sciita condannati per l’uccisione di tre poliziotti in un attentato dinamitardo nel marzo del 2014, domenica 15 gennaio 2017.

Abbas al-Samea (27 anni), Sami Mushaima (42 anni) e Ali al-Singace (21 anni) erano affiliati, secondo le autorità del Bahrein, al gruppo terroristico Saraya al-Ashtar.

Secondo gli attivisti, invece, le confessioni sono state estorte attraverso la tortura. Tuttavia il Bahrain sostiene che la decisione di giustiziarli è stata presa in accordo con il diritto internazionale.

Le esecuzioni hanno scatenato proteste in tutto il paese. Quando i dimostranti hanno tentato di bloccare le strade dando fuoco ai copertoni, la polizia ha risposto con i gas lacrimogeni. Un municipio è stato dato alle fiamme.

Il paese raramente esegue sentenze capitali: quelle di domenica sono le prime dall’insurrezione del 2011.

Il Bahrein è un paese arabo a maggioranza sciita, ma la dinastia regnante, quella degli al-Khalifa, è di fede sunnita.

Nel corso dell’ultimo anno, c’è stato un severo giro di vite sui dissidenti sciiti. Uno dei principali religiosi sciiti, Isa Qassim, è stato addirittura privato della cittadinanza.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce