Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Perché un’azienda di carta igienica brasiliana è stata accusata di razzismo

Immagine di copertina

La Santher, azienda brasiliana di carta igienica, ha ripreso il nome di un movimento culturale afroamericano come slogan per promuovere i nuovi rotoli Personal VIP Black

L’azienda brasiliana Santher è stata accusata di razzismo per lo slogan “Black is Beautiful” (“nero è bello”) utilizzato nella campagna pubblicitaria per promuovere i rotoli di carta igienica nera Personal VIP Black.

Attivisti neri e opinionisti hanno criticato l’agenzia pubblicitaria della Santher per aver ripreso il nome da quello dell’omonimo movimento culturale afroamericano nato negli anni Sessanta negli Stati Uniti, i cui principi furono ripresi anche dall’attivista sudafricano anti-apartheid Steve Biko.

“Persone sono morte affinché questa espressione potesse essere rispettata fino a oggi. Altre persone continuano a morire e ‘Black is Beatiful’ è più importante e vivo che mai”, ha scritto sul suo profilo Facebook Anderson França, uno scrittore che abita a Rio de Janeiro.

La campagna promozionale ha causato sgomento anche su Twitter.

Molti utenti hanno postato tweet in cui criticano in maniera decisa la scelta della Santher di utilizzare lo slogan “Black is Beautiful”.

Martedì 24 ottobre, la Santher e la Neogama, l’agenzia pubblicitaria responsabile della campagna per i rotoli di carta igienica Personal VIP Black, hanno presentato le loro scuse e hanno rimosso lo slogan dalle inserzioni.

Humberto Adami, un avvocato nero di Rio de Janeiro che guida la National Truth Commission of Black Slavery, ha detto che la pubblicità della Santher rappresenta solo l’ultimo episodio di questo tipo nel contesto del settore pubblicitario brasiliano.

“Questo tipo di pubblicità sottintende un razzismo quasi subliminale che dovrebbe essere rimosso, in quanto potrebbe addirittura rafforzarsi”, ha aggiunto Adami.

Anche se più della metà della popolazione brasiliana è nera, buona parte dei testimonial utilizzati per promuovere prodotti su tv, internet e giornali sono bianchi.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei