Chi è l’uomo sospettato per l’attentato di Istanbul

Iakhe Mashrapov ha 28 anni ed è originario del Kirghizistan, sarebbe arrivato in Turchia a novembre con la moglie e due figli

Di Olimpia Troili
Pubblicato il 3 Gen. 2017 alle 11:00 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:33
0
Immagine di copertina

L’uomo sospettato di aver compiuto l’attacco di capodanno a Istanbul ha 28 anni e origini del Kirghizistan. Il suo nome è Iakhe Mashrapov e la sua identità è stata confermata dalle autorità turche secondo quanto reso noto i media del paese, tra cui il quotidiano Hurriyet.

L’uomo, interrogato dalle forze dell’ordine del Kirghizistan, ha negato qualsiasi coinvolgimento nell’attentato. Ha aggiunto inoltre che la notte della strage si trovava nel suo paese d’origine e non in Turchia.

Secondo quanto riportato dai media turchi, in passato Mashrapov avrebbe lottato insieme all’Isis in Siria e sarebbe quindi un combattente esperto.

Il presunto attentatore sarebbe arrivato in Turchia, e in particolare a Konya, nel centro del paese, a novembre con moglie e due figli.

La donna risulta adesso tra gli arrestati. Interrogata dagli inquirenti, ha detto: “Ho appreso dell’attacco attraverso la televisione. Non sapevo che mio marito era un simpatizzante dell’Isis”.

La responsabilità della strage nel locale Reina, costata la vita a 39 persone, è stata rivendicata dall’Isis, che ha definito il suo autore un “eroico combattente”.

Le forze dell’ordine hanno eseguito 12 arresti in Turchia in relazione all’attacco, ma il presunto attentatore si trova ancora in fuga.

Qui sotto la foto del passaporto del presunto attentatore.

— Guarda anche: Il video del presunto attentatore di Istanbul

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.