Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:43
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Attentato in un tribunale in Pakistan, 13 morti

Immagine di copertina

L'attacco arriva a poche ore da un altro attentato, rivendicato dai talebani, in un quartiere cristiano della provincia di Khyber Pakhtunkhwa

Almeno 13 persone sono rimaste uccise in una duplice esplosione nei pressi di un tribunale della città di Mardan, nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa, nel nord ovest del Pakistan. Almeno 52 persone sono rimaste ferite.

Il gruppo islamista Jamaatul Ahrar ha rivendicato la responsabilità dell’attacco, che giunge a poche ore da un altro attentato, anch’esso rivendicato da Jamaatul Ahrar, in un quartiere cristiano della provincia di Khyber Pakhtunkhwa.

I corpi di avvocati, poliziotti e civili sono stati recuperati dal luogo dell’esplosione, ha detto Haris Habib, a capo di una struttura di soccorso della città di Mardan.

“Prima c’è stata una piccola esplosione, seguita da una grande esplosione”, ha detto Habib a Reuters. 


Il primo ministro Nawaz Sharif ha commentato dicendo che i bombardamenti “non distruggeranno la nostra determinazione irremovibile nella guerra contro il terrorismo”.

La sicurezza in Pakistan è migliorata negli ultimi anni, ma i gruppi islamisti continuano a mettere in scena numerosi attacchi.

Più di 70 persone, per lo più avvocati, sono rimasti uccisi nel corso del mese passato in un attentato suicida avvenuto nella città sud-occidentale di Quetta e rivendicato da Jamaat-ur-Ahrar e Isis.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, gli Usa: "Israele ha più o meno accettato"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Esteri / L’economista Zamagni a TPI: “Oggi le guerre sono figlie della ribellione del Sud Globale all’Occidente”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, gli Usa: "Israele ha più o meno accettato"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Esteri / L’economista Zamagni a TPI: “Oggi le guerre sono figlie della ribellione del Sud Globale all’Occidente”
Esteri / Bombardamenti israeliani nel centro di Gaza: 17 morti. L'allarme dell'Oms: "Nella Striscia rischio carestia"
Esteri / Papa Francesco: “L’ideologia del gender è il pericolo più brutto”
Esteri / Strage di civili a Gaza: il filmato dei palestinesi accalcati intorno ai camion degli aiuti
Esteri / Nella Striscia di Gaza si sta consumando una catastrofe umanitaria senza precedenti
Esteri / Putin: “L’Occidente rischia di provocare una guerra nucleare che devasterebbe la civiltà”
Esteri / Macron dopo la strage della farina: “Orrore a Gaza, cessate il fuoco subito e aiuti”. Borrell: "Inorridito da massacro"
Esteri / Putin minaccia l’Occidente: “Fa rischiare la guerra nucleare”