Attacco suicida in un santuario in Pakistan, almeno 100 morti

L'attentato è avvenuto in un santuario sufi nella città di Sehwan nella provincia di Sindh

Di TPI
Pubblicato il 16 Feb. 2017 alle 16:32 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 16:48
0
Immagine di copertina

Un attacco suicida ha colpito un santuario sufi nel sud del Pakistan giovedì 16 febbraio 2017. Secondo la polizia locale ci sono almeno 100 morti e oltre 150 di feriti.

Un attentatore suicida è entrato nel santuario mentre questo era pieno di gente, secondo quanto riferisce un comunicato della polizia. L’attacco è avvenuto nella città di Sehwan nella provincia di Sindh.

Il primo ministro Nawaz Sharif ha immediatamente condannato l’attentato.

Mercoledì 15 febbraio 2017 un attentatore suicida si è fatto esplodere all’esterno di un ufficio governativo uccidendo cinque persone, a Peshawar. L’attacco è stato rivendicato dal gruppo Jamaat-ur-Ahrar, una fazione dei Taliban ed è avvenuto nella cittadina di Ghalanai.

Due giorni prima, una potente bomba è esplosa durante una protesta nella città orientale di Lahore, uccidendo almeno 11 persone e ferendone decine. 

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.