Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:36
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Arrestato ad Anversa un uomo armato che ha tentato di investire alcune persone su una via pedonale

Immagine di copertina

Non ci sono feriti. Il sindaco della città belga parla di “attentato sventato”. Nel bagagliaio dell'auto sono state trovate alcune armi

La polizia della città belga di Anversa ha arrestato un uomo che ha tentato, giovedì 23 marzo, di investire alcuni persone nella principale via pedonale della città. Non ci sarebbe nessun ferito, l’auto è stata intercettata in tempo dai militari. A riportarlo sono alcuni media belgi tra cui Le Soir.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Secondo quanto riporta il sito della tv Rtbf, il capo della polizia di Anversa ha spiegato che alle 11:00 un veicolo si è introdotto sul Meir, l’area pedonale commerciale di Anversa. Alcuni poliziotti hanno cercato di intercettarlo, ma l’auto si è allora diretta verso il Quai Sint Michiel. La vettura è stata poi bloccata e il suo autista arrestato. Il sindaco di Anversa, Bart de Wever, ha parlato di un “attentato sventato” nella sua città.

L’auto che ha tentato di investire la folla sul Meir sarebbe una Citroen rossa immatricolata in Francia, nel cui bagagliaio sarebbero state ritrovate delle armi e un’uniforme di polizia. 

Secondo la tv belga Rtbf l’uomo fermato era ubriaco, tanto che dopo alcune ora sarebbe ancora troppo ubriaco da non poter essere interrogato. Mohamed R. non era noto né ai servizi belgi e né catalogato S (terrorista) per quelli francesi, già consultati dai belgi. Nella sua auto c’erano stupefacenti. Secondo le informazioni raccolte dalla tv, sarebbe legato al traffico di droga.

L’uomo si chiama Mohamed R., un francese domiciliato in Francia di origine “nordafricana”, nato nel 1977, secondo quanto annunciato dalla procura federale belga. Diverse armi sono state ritrovate nel bagagliaio: armi bianche, un’arma antisommossa e una tanica “contenente un prodotto non ancora identificato”. 

Secondo quanto scrive l’agenzia Reuters l’auto viaggiava ad alta velocità. La polizia ha incrementato la presenza di agenti per le strade della città. 

“Alle 11 della mattina di giovedì 23 marzo un veicolo è entrato nella via di negozi ad alta velocità”, ha spiegato un portavoce della polizia in conferenza stampa. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra Israele-Hamas, le ultime notizie. | DIRETTA
Esteri / Iran: Pasdaran abbordano una nave "collegata a Israele" | VIDEO
Esteri / L’ex ambasciatore Usa era una spia a servizio di Cuba: “Condannato a 15 anni di carcere”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra Israele-Hamas, le ultime notizie. | DIRETTA
Esteri / Iran: Pasdaran abbordano una nave "collegata a Israele" | VIDEO
Esteri / L’ex ambasciatore Usa era una spia a servizio di Cuba: “Condannato a 15 anni di carcere”
Esteri / Australia, accoltella i passanti a Sydney: 6 morti. La polizia: "Non è terrorismo"
Esteri / Usa: Biden interrompe il suo viaggio in Delaware e torna a Washington. Israele chiude le scuole
Esteri / Ciao, ho 30 anni e sono il problema
Esteri / Hamas: "La guerra non è l'ultimo round contro Israele". Anera riprende le attività a Gaza
Esteri / Vaccini, l’Europarlamento boccia la proposta di creare il “Cern della Salute” per tutelare l’interesse pubblico
Esteri / È morto O. J. Simpson, l'ex campione di football americano aveva 76 anni
Esteri / Di chi è il Medio Oriente? I limiti di Washington e il campo minato delle grandi potenze mondiali (di G. Gambino)