Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Arrestata Sarah Panitzke, la prima donna ad essere finita nella lista dei criminali più ricercati del Regno Unito

Immagine di copertina

Dopo nove anni di latitanza è finita la fuga di Sarah Panitzke, la prima donna a essere finita nella lista dei criminali più ricercati del Regno Unito. La donna si era trasferita in una cittadina spagnola dove si faceva chiamare Maria Antonietta ed è stata arrestata dalla Guardia Civil. ora l’attende l’estradizione.

Nella sua vita precedente la Panitzke (48 anni) aveva preso parte a una frode da 1 miliardo di sterline (oltre 1,2 miliardi di euro) ed era riuscita a scappare durante il processo, prima che il tribunale le infliggesse la sentenza di otto anni di carcere in contumacia per riciclaggio di denaro. Una pena che ora potrebbe raddoppiare. Originaria di Fulford, nella periferia di York, aveva scelto la Spagna, dove era riuscita a nascondere le sue radici inglesi grazie alla conoscenza della lingua che aveva studiato all’Università di Manchester, prima di conseguire un master in Business management a Barcellona. Già nel 2015 le forze dell’ordine erano riuscite a trovarla a Olivella, un villaggio a sud est della capitale della Catalogna, ma qualcuno l’aveva avvisata in tempo per permetterle di scappare. Il suo appartamento era praticamente vuoto, non invitava mai nessuno ed era come se si fosse appena trasferita. Qualcosa però della sua vita precedente era rimasto: amava Louis Vuitton, aveva vestiti molto costosi e gioielli di valore. Nella sua vita precedente Sarah guidava auto di lusso, si concedeva vacanze da sogno e aveva scatenato la furia dei vicini di casa perché non aveva pagato 40mila euro di spese condominiali.

All’inizio degli anni Duemila era riuscita a nascondere la sua attività criminale in Catalogna con impieghi di vario tipo: aveva lavorato per diversi hotel e per una scuola di tennis per poi aprire un’attività in proprio, l’agenzia Investerest Plans a Canyelles. Finché Hrmc il fisco inglese non ha smascherato la frode da 1 miliardo di sterline messa in atto dalla Panitzke con altre 17 persone, che oggi sono state tutte arrestate e condannate a 135 anni di prigione in totale. La Panitzke, secondo Simon York, direttore della Fraud Investigation Service dell’Hmrc, “ha giocato un ruolo centrale nello spostare milioni di sterline su conti offshore”. Un’operazione di riciclaggio di denaro condotta tra Dubai, Spagna e Andorra.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”