Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’Arabia Saudita spenderà 500 miliardi per costruire la “città del futuro”

Immagine di copertina

Il principe saudita Mohammed bin Salman ha annunciato un investimento da 500 miliardi di dollari per la costruzione di una città al confine tra Arabia Saudita, Egitto e Giordania.

Il progetto, chiamato “Neom”, occuperà 26.500 chilometri quadrati.

La città aspira ad essere “la più sicura, la più efficiente, la più orientata al futuro, il miglior posto dove vivere e lavorare” dell’intero regno, come si legge nella nota che presenta il progetto.

Sarebbe la prima zona privata a estendersi in tre paesi. Inoltre, la sua posizione sul canale di Suez, consentirà alla città di essere completamente autosufficiente grazie all’energia solare ed eolica.

Neom non sarà dipendente dalla struttura governativa saudita, eccetto la sovranità, che rimarrà a Riad. Investitori, imprese e innovatori saranno consultati in ogni fase del suo sviluppo.

È stata immaginata come un hub globale di attività industriali ed economiche, che per la sua posizione unica può raccogliere il meglio di Europa, Asia e Africa.

Al suo interno si raggrupperanno attività industriali nel settore dell’energia, dell’acqua, delle biotecnologie, in quello alimentare e nell’intrattenimento.

Il progetto sarà finanziato da oltre 500 miliardi di dollari nell’arco di diversi anni. Il denaro proviene dal Fondo di investimenti pubblici dell’Arabia Saudita e da investitori locali e internazionali.

Si tratte del progetto più ampio dell’Arabia Saudita ideato finora per contrastare la sua dipendenza dalle esportazioni petrolifere.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Fronte Nagorno Karabakh: l’altra guerra (dimenticata) d’Europa
Esteri / Saluto nazista all’Oktoberfest: due 24enni italiani fermati a Monaco di Baviera
Esteri / Destinazione Europa: il cimitero dei migranti sulle rotte degli orrori in Africa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Fronte Nagorno Karabakh: l’altra guerra (dimenticata) d’Europa
Esteri / Saluto nazista all’Oktoberfest: due 24enni italiani fermati a Monaco di Baviera
Esteri / Destinazione Europa: il cimitero dei migranti sulle rotte degli orrori in Africa
Esteri / Caos Africa: il continente è in subbuglio ma l’Europa pensa solo ai migranti
Esteri / Françafrique, David Martin (Survie) a TPI: “L’impero coloniale francese non è mai morto”
Esteri / Rotterdam, due sparatorie in città: “Diversi morti”
Esteri / Putin: "Lavoriamo a nuove armi nucleari in grado di mantenere l'equilibrio nel mondo"
Esteri / Shevchenko sarà consigliere di Zelensky: “Lo faccio per amore dell’Ucraina”
Esteri / Aerei russi verso i cieli della Polonia, intercettati dai caccia italiani
Esteri / Cena romantica con aragoste e vino: coppia scappa senza pagare il conto. Finale a sorpresa