Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Apertura alla Turchia

Immagine di copertina

La Commissione Europea ha sollecitato la ripresa dei colloqui con la Turchia in merito alla sua adesione all'Ue

La Commissione Europea riapre ai colloqui con la Turchia per l’adesione del Paese all’Unione Europea. I governi dei 28 Stati Membri sono stati incoraggiati a instaurare nuove trattative dopo lo stallo causato dalle dure repressioni del governo Erdogan sulle manifestazioni organizzate contro l’autoritarismo incalzante del Primo Ministro.

L’accesso della Turchia è strettamente legato al rispetto dei diritti dei cittadini all’interno dello stato. Il blocco europeo che ha a che fare con la richiesta di adesione del Paese dal 2005, ha sempre rimproverato la scarsa protezione dei diritti fondamentali tra gli altri ostacoli. Tuttavia, nel rapporto del 2013 presentato martedì scorso dalla Commissione Europea sono stati individuati segnali di progresso per la Turchia nel raggiungimento dei requisiti utili a supportare la candidatura per l’Unione Europea, tra i quali alcune riforme della giustizia e lo sforzo per il raggiungimento della pace con i ribelli curdi.

Le trattative potrebbero riprendere a novembre, dopo il vertice governativo europeo del prossimo 22 ottobre nel quale si esamineranno il caso turco e il report della Commissione. Il dialogo tra la Turchia e i Paesi Europei era fermo da tre anni.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan