Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Anticipazione TPI – “Così sono stato stuprato”: le storie degli abusi subiti dai nativi canadesi nelle scuole cattoliche

Nel giorno in cui Papa Francesco è atteso in Canada, "Il Fattore Umano", in onda il 25 luglio su Rai 3 alle ore 23,15, propone il reportage "Purgatorio Canada", di cui TPI fornisce un'anticipazione, in cui vengono raccontate alcune delle storie dei bambini indigeni vittime di soprusi e violenze

Harvey McLeod è il capo della comunità indigena di Upper Niccola, nella regione canadese della British Columbia. È entrato alla Kamloops Indian Residential School, istituto scolastico non lontano dalla sua riserva, nel 1966, quando aveva 11 anni, e l’ha lasciata nel 1968. In soli due anni ha subito ben 17 stupri da uno dei preti che gestivano la struttura. Quella di Harvey è solo una delle tante storie dei sopravvissuti delle cosiddette Residential school, le scuole istituite dal governo canadese a fine Ottocento – le ultime sono state chiuse a fine anni ‘90 – date in gestione a diversi ordini religiosi, per lo più cattolici, con l’esplicito mandato di “uccidere l’indiano dentro al bambino”. Intere generazioni di bambini indigeni furono prelevati a forza della loro famiglie dalla polizia federale e trasferiti in queste strutture, dove vennero rieducati ad uso e costume europeo. In moltissimi subirono anche abusi, violenze, stupri, torture, e svariate migliaia non fecero mai ritorno a casa.

Nei terreni adiacenti alla struttura di Kamloops, oggi amministrata dalla comunità indigena della città, a fine maggio dell’anno scorso l’indagine dell’archeologa Sarah Beaulieu della University of the Fraser Valley ha rilevato la presenza di 215 tombe non segnalate, presumibilmente di bambini. L’area è oggi sotto sequestro da parte della polizia in quanto scena del crimine e resterà tale fino a quando non verranno esumati i corpi dei bambini, probabilmente il prossimo autunno. Intanto sono state avviate indagini simili in diverse province del paese e molti terreni di ex scuole residenziali stanno rivelando altri corpi di bambini. Papa Francesco, che ha espresso le sue scuse lo scorso aprile, quando tre delegazioni indigene sono state ricevute in Vaticano, è atteso oggi (25 luglio) in Canada.

La storia di Harvey McLeod, di cui TPI fornisce un’anticipazione, e quella di migliaia di bambini vittime di soprusi e violenze è al centro del reportage della trasmissione Il Fattore Umano, dal titolo “Purgatorio Canada”, la cui puntata andrà in onda su Rai 3 alle 23.15 di lunedì 25 luglio e visibile anche su Raiplay.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nuovo attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: scambio di accuse tra Kiev e Mosca
Esteri / Giallo a New York: due italiani trovati morti in un albergo
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nuovo attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: scambio di accuse tra Kiev e Mosca
Esteri / Giallo a New York: due italiani trovati morti in un albergo
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Esteri / Scoperto un nuovo virus di origine animale in Cina: 35 persone contagiate dal Langya
Esteri / Taiwan: “Cina prepara invasione dell’isola. Le manovre militari proseguono”
Esteri / Trump, l’Fbi ha perquisito la casa dell’ex presidente in Florida. Portate via scatole di documenti
Esteri / È morta Olivia Newton-John: la star di “Grease” aveva 73 anni
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla