Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

“Il Governo non può espellere gli aborigeni”: la storica sentenza dell’Alta corte australiana

Immagine di copertina

L'Alta corte ha deciso inoltre che gli indigeni australiani non possono essere espulsi anche se non detengono la cittadinanza australiana

Martedì 11 febbraio 2020, l’Alta corte australiana ha stabilito che il governo non può espellere dal paese gli aborigeni, neppure in osservanza della politica che prevede la liberazione dell’Australia dai criminali stranieri.

L’Alta corte ha deciso inoltre che gli indigeni australiani non possono essere espulsi anche se non detengono la cittadinanza australiana.

Gli avvocati del paese hanno accolto con favore questa decisione. Il governo australiano ora sta valutando gli effetti dell’inattesa sentenza sulle politiche migratorie.

La sentenza nasce dopo il caso di due uomini nati all’estero ma identificati come appartenenti a tribù indigene: Brendan Thoms e Daniel Love.

Thoms, 31 anni, è stato rilasciato poche ore dopo la sentenza, dopo 501 giorni di detenzione per immigrazione. Secondo il tribunale, il suo status di indigeno gli consente di vivere in Australia.

“Brendan ha vissuto ben 500 notti insonni preoccupandosi di poter essere espulso in qualsiasi momento, e per fortuna ora l’incubo è finito”, ha spiegato il suo avvocato Claire Gibbs.

“È molto felice di essere stato rilasciato e di potersi finalmente ricongiungere con la sua famiglia”, ha aggiunto.

Il tribunale ha riscontrato che Thoms, 31 anni, nato in Nuova Zelanda da una madre indigena australiana, è un aborigeno australiano.

Thoms ha vissuto in Australia da quando aveva 6 anni, è accettato come membro della tribù Gunggari ed è riconosciuto come legittimo detentore del titolo di “nativo” della sua terra.

Ma la maggioranza dei giudici non era convinta che Love, 40 anni, fosse indigeno e fosse accettato come membro della tribù Kamilaroi.

È nato in Papua Nuova Guinea da un padre indigeno australiano e vive in Australia da quando aveva 5 anni.

La corte ha riscontrato che gli australiani aborigeni hanno uno speciale legame culturale, storico e spirituale con l’Australia e che non possono essere considerati “alieni”.

Gli australiani indigeni rappresentano il 3% della popolazione e sono il gruppo di minoranza più svantaggiato nel paese in base a diversi parametri. Gli australiani indigeni muoiono più giovani degli altri australiani e molti di essi sono incarcerati.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”