Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:53
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“Quando gli eritrei eravamo noi”: l’Albania non dimentica e accoglie 20 migranti della Diciotti

Immagine di copertina
La nave Vlora approdata nel porto di Bari l'8 agosto del 1991 con 20mila albanesi che scappavano dal loro paese. Credit: Wikipedia

Negli corso degli anni Novanta furono 850mila gli albanesi che lasciarono il paese per cercare fortuna altrove. 350mila arrivarono in Italia

L’Albania accoglierà venti dei 177 migranti arrivati in Italia sulla nave Diciotti. Tirana non dimentica gli anni Novanta, quando erano gli albanesi a lasciare il paese, in gommone, per arrivare sulle coste dell’Italia.

Ditmir Bushati, il ministro per l’Europa e gli Affari esteri albanese, sul suo account Twitter ha motivato così la decisione presa: “Italia! Non possiamo rimpiazzare l’Europa, ma noi siamo qui, sull’altro lato di un mare dove una volta noi eravamo gli eritrei soffrendo per giorni e notti in mezzo al mare, aspettando che l’Europa si svegliasse! Ieri l’italia ci ha salvato e oggi noi siamo pronti a dare una mano”.

Ad annunciare la scelta di Tirana è stata la Farnesina, con un tweet: “Il Ministro degli Affari Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ringrazia l’Albania per la decisione di accogliere 20 profughi della nave Diciotti. Un segnale di grande solidarietà e amicizia molto apprezzato dall’Italia”.


E così il paese apre le braccia ai migranti di oggi, i nuovi disperati che scappano da guerra e fame per raggiungere l’Europa. Nella prima metà degli anni Novanta, all’indomani del crollo del comunismo e con la povertà che attanagliava il paese, furono migliaia e migliaia gli albanesi che lasciarono il paese.

L’episodio che meglio rappresenta il boom di arrivi in Italia è quello del 1991, quando la nave Vlora, partita da Durazzo, sbarcava a Bari ventimila persone.

Secondo le statistiche, tra il 1989 e il 2001, sono stati circa 850mila gli albanesi che hanno lasciato la loro terra per cercare fortuna altrove. Di questi, 350mila l’hanno cercata in Italia.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Furto a luci rosse in Spagna: rubati sex toys placcati in oro 24 carati
Esteri / Il Brasile ha affondato nell’oceano una vecchia portaerei piena di amianto e rifiuti tossici
Esteri / Bobi è il cane più vecchio del mondo: ha 30 anni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Furto a luci rosse in Spagna: rubati sex toys placcati in oro 24 carati
Esteri / Il Brasile ha affondato nell’oceano una vecchia portaerei piena di amianto e rifiuti tossici
Esteri / Bobi è il cane più vecchio del mondo: ha 30 anni
Esteri / La figlia di Madonna, Lourdes Leon Ciccone, è stata cacciata dalla sfilata di Marc Jacobs
Esteri / Guerra in Ucraina, Medvedev: “Useremo nucleare se Kiev colpisce regioni russe”
Esteri / Pentagono: un altro pallone-spia cinese, sull’America Latina
Esteri / Stati Uniti, la credevano morta ma lei si sveglia: era in un sacco per cadaveri
Esteri / Il Pallone “spia” cinese diventa un caso: il segretario di Stato Usa Blinken rinvia il viaggio a Pechino
Esteri / Irlanda, l’etichetta sul vino “nuoce alla salute” arriverà in 2-3 mesi
Esteri / Voleva uccidere la regina Elisabetta, si dichiara colpevole di tradimento