Airbnb offriva di nascosto un appartamento dentro la Trump Tower

Fino alla prima settimana di marzo era possibile prenotare sulla piattaforma online una notte nell'edificio di proprietà di Trump a New York a circa 400 dollari a notte

Di TPI
Pubblicato il 6 Mar. 2017 alle 19:10 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:44
0
Immagine di copertina

Aveva un prezzo che oscillava dai 300 ai 450 dollari a notte ed è stato disponibile su Airbnb fino alla prima settimana di marzo. Si tratta di un appartamento all’interno della Trump Tower che promette una vista mozzafiato e una collocazione perfetta, con l’unica controindicazione di possibili controlli stringenti da parte del Secret Service.

A riportarlo è il New York Times, che spiega anche che l’appartamento è stato affittato per i prossimi mesi ma è stato rimosso dal sito. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Dalla descrizione riportata dal New York Times si legge che l’appartamento ha grandi finestre, un’elegante cucina e un’ampia vista su Manhattan. Può vantare un’ottima posizione, vicino a Central Park e al Rockfeller Center, e promette tutta la frenesia di un appartamento di lusso nel pieno centro di Manhattan. 

L’appartamento è stato rimosso dal sito dopo che il quotidiano ha contattato Airbnb per un commento. Più di 500 persone hanno visto l’offerta nella settimana precedente alla sua rimozione.

“È stato surreale”, ha detto Mike Lamb, un ingegnere britannico che ha pernottato lì con sua moglie a dicembre 2016. Alcuni ospiti hanno invece lamentato la presenza di alcuni manifestanti fuori dall’edificio.

Lamb ha anche raccontato di aver visto di sfuggita il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence, durante il suo soggiorno.

(Credit: New York Times/Airbnb)

Un giornalista del New York Times ha prenotato l’appartamento, ricevendo come risposta dalla proprietaria, Lena Yelagina, un “Benvenuto!”. La donna ha inoltre chiesto all’ospite se poteva non dire allo staff del palazzo che si trovava lì per un affitto tramite Airbnb, ma che era in visita da lei.

Due giorni dopo, però, Lena Yelagina ha nuovamente scritto al visitatore spiegando che aveva scoperto che si trattava di un giornalista e che non avrebbe voluto che l’appartamento venisse usato per scoprire qualcosa su Trump o che venisse utilizzato per qualche articolo. 

Dopo che il cronista ha specificato che avrebbe scritto un articolo, la donna ha cancellato la prenotazione e non ha risposto ad alcuna domanda. Il New York Times ha inoltre spiegato che Yelagina è proprietaria dell’appartamento dal 1998.

L’appartamento ha ricevuto il massimo nel sistema di classificazione utilizzato dalla piattaforma, ovvero cinque stelle su cinque, sulla base dei pareri di coloro che hanno pernottato nell’edificio. 

Alcuni utenti hanno raccontato che l’unico difetto dell’appartamento riguardava i controlli di sicurezza, paragonati a quelli di un aeroporto, compresi il passaggio sotto al metal detector e quelli con una macchina a raggi X.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.