Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il 3 dicembre il Ku Klux Klan celebrerà la vittoria di Trump con una marcia in North Carolina

Immagine di copertina

L'annuncio è apparso sul sito dell'organizzazione. Nei giorni che hanno preceduto l'Election day, i cavalieri bianchi hanno ufficializzato il loro sostegno a Trump

Mentre migliaia di americani sono scesi nelle piazze di New york, Los Angeles, Portland, Boston e Philadelphia per protestare contro l’elezione di Trump, al fianco di quest’ultimo si schiera, invece, l’organizzazione razzista del Ku Klux Klan.

Sul sito ufficiale del circolo dei “leali cavalieri bianchi” di Pelham, in North Carolina, è stato diffuso l’annuncio di “una parata per la vittoria” in programma per il 3 dicembre in North Carolina, senza però specificare il luogo esatto.

“La corsa di Trump ha unito la mia gente”, così si legge sul sito con un gioco di parole nella didascalia sopra il ritratto di Trump: la parola “race”, in inglese, vuol dire sia “corsa” che “razza”.

Inoltre, subito dopo l’elezione del tycoon, David Duke (ex leader del movimento) ha rivendicato il contributo dell’organizzazione alla vittoria di Trump scrivendo su un tweet: “La nostra gente ha svolto un ruolo enorme”. 

Già nella settimana che ha preceduto l’Election day, “I cavalieri bianchi” avevano ufficializzato sulla prima pagina del loro giornale, l’endorsement nei confronti del candidato repubblicano proclamandolo “paladino della repubblica bianca e cristiana”. Affermazioni importanti da cui lo staff di Trump ha preso prontamente le distanze ribadendo la loro incompatibilità ideologica con il movimento che propende per l’affermazione della supremazia bianca. 

(Qui sotto il tweet di Duke)

Ti potrebbe interessare
Esteri / Giorgia Meloni arriva Kiev: “L’Italia, l’Europa e il G7 al fianco della resistenza ucraina”
Esteri / Ma l’America ha lasciato sola l’Europa in Ucraina
Esteri / Elena Basile a TPI: “La tregua in Ucraina è ancora possibile”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Giorgia Meloni arriva Kiev: “L’Italia, l’Europa e il G7 al fianco della resistenza ucraina”
Esteri / Ma l’America ha lasciato sola l’Europa in Ucraina
Esteri / Elena Basile a TPI: “La tregua in Ucraina è ancora possibile”
Esteri / L’ora della diplomazia in Ucraina, l’ex ambasciatore Francesco Bascone a TPI: “Dobbiamo tornare a trattare”
Esteri / Il tempo dell’insicurezza: dall’Ucraina a Gaza ormai a prevalere è la legge del più forte
Esteri / Hamas chiede il rilascio di 3.000 detenuti palestinesi. Gaza, media: 23 morti in un raid di Israele sulla casa dell'attore Zuaiter
Esteri / Navalny, ultimatum alla madre: funerale segreto o sepoltura in carcere
Esteri / Ucraina: gli Usa annunciano la più grande serie di sanzioni contro la Russia dall’inizio della guerra
Esteri / Germania: via libera dal Bundestag alla liberalizzazione della cannabis
Esteri / È nata un’app di incontri riservata a persone molto benestanti: come funziona “Score”