Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:10
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La seconda più grande truffa mondiale ai danni di Amazon: ecco come ha fatto un 22enne a fregare il colosso

Immagine di copertina

Un 22enne spagnolo ha truffato Amazon per 330mila euro: come ha fatto

La seconda più grande truffa mondiale ai danni di Amazon ha per protagonista un 22enne spagnolo, di Maiorca. Il ragazzo ha rubato al colosso dell’e-commerce oltre 330mila euro ed è stato arrestato, insieme a un suo complice. I due sono stati poi rilasciati su cauzione.

Il 22enne spagnolo comprava costosi dispositivi tecnologici su Amazon per poi restituirli e farsi ridare i soldi. Ma le scatole che rimandava indietro erano riempite con della terra.

La storia di James Gilbert Kwarteng, che vive a Marratxí, un comune di Palma di Maiorca, è stata raccontata dal El Espanol e dal Diario de Maiorca.

Amazon infatti restituisce i soldi quando un cliente fa un reclamo e restituisce il pacco. Ma l’azienda, come spiega Business Insider, non apre i pacchetti che riceve. Quella utilizzata dai due ragazzi sembra una tecnica banale e per nulla fantasiosa, eppure ha funzionato.

Kwarteng riempiva le scatole con un quantitativo di sabbia equivalente a quello del peso del prodotto originario. E poi rivendevano i prodotti lucrandoci sopra.

Gli affari di Kwarteng erano così prosperosi che il giovane ha fondato una società a responsabilità limitata, Kwartech.

Anche i genitori del ragazzo sono accusati degli stessi reati del figlio, poiché erano incaricati di firmare e ricevere i pacchetti che James Kwarteng aveva ordinato su Amazon, anche se – secondo il legale che segue il caso – non erano al corrente dell’attività criminale.

La truffa è stata scoperta in seguito a un nuovo inasprimento della politica dei resi dell’azienda. Nell’hub di Barcellona sono stati trovati diversi pacchetti pieni di sabbia, che hanno fatto scattare l’allarme.

Si tratta della seconda truffa più grande ai danni del colosso dell’e-commerce, dopo quella perpetrata da parte di una coppia che ha sottratto ad Amazon un milione e 200mila dollari.

Amazon distrugge i prodotti che non vende: polemica in Francia

Ti potrebbe interessare
Esteri / Brexit, provano a entrare nel Regno Unito: 30 cittadini italiani ed europei fermati e detenuti
Esteri / Hong Kong, viaggio nella città simbolo del nuovo mondo globale
Esteri / New York vuole offrire il vaccino Johnson&Johnson a tutti i turisti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Brexit, provano a entrare nel Regno Unito: 30 cittadini italiani ed europei fermati e detenuti
Esteri / Hong Kong, viaggio nella città simbolo del nuovo mondo globale
Esteri / New York vuole offrire il vaccino Johnson&Johnson a tutti i turisti
Esteri / La città giapponese che ha speso i soldi del Recovery per costruire la statua di un calamaro gigante
Esteri / In Colombia la polizia spara su studenti e operai: oltre 30 morti e 800 arresti
Esteri / Sospensione brevetti vaccini, Ue spaccata: Italia e Francia a favore, Germania contro
Esteri / La guerra della pesca: cosa sta succedendo nella Manica tra Francia e Regno Unito
Esteri / Donna scomparsa ritrovata in un canyon: è sopravvissuta 5 mesi mangiando erba e muschio
Esteri / L’ascesa della lady di ferro di Madrid che ha stravinto le elezioni tenendo aperti i ristoranti
Esteri / Usa, giustiziato per omicidio: 4 anni dopo test scoprono DNA di un altro