Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il kamikaze riluttante – Mosul: Cronache dal fronte

Immagine di copertina

Il diario di Amedeo Ricucci su TPI, che racconta l’offensiva per cacciare l’Isis da Mosul e Raqqa

Mi piace pensare che Abdul, quel giorno, abbia lanciato a tutta velocità la sua auto-bomba sul checkpoint iracheno di Qayyara per disperazione e non perché fosse un esaltato. Sua madre, Ragiha, ne è sicura. Negli ultimi mesi, mi dice, era profondamente depresso: “tornava a casa e se ne stava stravaccato per ore sul divano, senza rivolgere la parola a nessuno”.

“Si capiva che non voleva più fare quella vita”, aggiunge Yayha, suo padre, che pure se l’era ripreso in casa, nonostante la vergogna provata quando aveva scoperto che il suo figlio più piccolo, di soli 17 anni, si era arruolato nell’Isis.

Sfogliamo assieme l’album con le foto di Abdul e vedo un ragazzo come tanti, vestito con cura e con un bel sorriso. Chissà se ce l’aveva anche quel giorno quando i soldati iracheni l’hanno crivellato di colpi, un attimo prima che si facesse esplodere. “Quando è successo?”, chiedo.

La mamma se lo ricorda bene perché era il terzo giorno delle celebrazioni per l’Aid, la festa del sacrificio. A tarda sera ha sentito una macchina che parcheggiava davanti casa e due barbuti hanno bussato alla sua porta, per annunciarle che suo figlio era diventato un martire. Le hanno consegnato una sorta di certificato e 400 dollari per fargli il funerale. “Avrei voluto rifiutarli – aggiunge – ma ci servivano”.

Sono ormai più di cento i kamikaze utilizzati dall’Isis per frenare l’offensiva su Mosul. Non penso che siano in Paradiso, come declama la propaganda jihadista. Però mi piace pensare che Abdul stia ora in un posto dove poter sorridere come una volta, libero finalmente da quel macigno che i suoi reclutatori gli avevano piazzato sul cuore.

— LEGGI ANCHE: Pace & guerra – Mosul: cronache dal fronte

— LEGGI ANCHE: Linee di guerra – Mosul: cronache dal fronte

— LEGGI ANCHE: La strategia del topo – Mosul: cronache dal fronte

— LEGGI ANCHE: La barba di Marwan – Mosul: cronache dal fronte

— LEGGI ANCHE: Mosul: cronache dal fronte

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, l’indiscrezione del New York Times: “Biden non annuncerà l’eventuale ritiro prima della visita di Netanyahu”
Esteri / Yemen: gli Houthi rispondono al raid di Israele e attaccano una nave nel Mar Rosso
Esteri / Yemen: Israele ha bombardato il porto di Hodeidah controllato dagli Houthi
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, l’indiscrezione del New York Times: “Biden non annuncerà l’eventuale ritiro prima della visita di Netanyahu”
Esteri / Yemen: gli Houthi rispondono al raid di Israele e attaccano una nave nel Mar Rosso
Esteri / Yemen: Israele ha bombardato il porto di Hodeidah controllato dagli Houthi
Esteri / Biden pronto all'addio dopo le pressioni dei democratici: "Potrebbe annunciarlo già nel fine settimana"
Esteri / Guasti informatici in tutto il mondo: aerei a terra e problemi a media e banche
Esteri / Attacco con drone a Tel Aviv vicino all'ambasciata Usa: 1 morto, diversi feriti. L'azione rivendicata dagli Houthi
Esteri / Arabia Saudita, Riad giustizia altri due condannati a morte: oltre 100 esecuzioni dall’inizio del 2024
Esteri / Gaza: Amnesty International denuncia la “tortura diffusa” dei palestinesi da parte di Israele
Esteri / Ursula von der Leyen rieletta presidente della Commissione Ue con 401 sì: FdI vota contro
Esteri / Biden ha il Covid e per la prima volta considera l'ipotesi del ritiro: "Pensate che Kamala Harris possa vincere?"