Me

Pensioni giugno 2019, ritardi nei pagamenti e conguaglio in arrivo

Di Antonio Scali
Pubblicato il 2 Giu. 2019 alle 13:37
Immagine di copertina

Pensioni giugno 2019 accredito | Ritardo pagamento | Calendario | Date | Inps | Motivi | Tagli | Pensione di cittadinanza

PENSIONI GIUGNO 2019 ACCREDITO INPS – Sono in corso in questi giorni, da sabato 1 a lunedì 3 giugno, i pagamenti delle pensioni di giugno 2019. Rispetto al solito calendario, come vi abbiamo spiegato, in questo mese c’è qualche leggero ritardo, dato che giugno stavolta inizia di sabato.

Si tratta comunque di pazientare qualche giorno, i soldi arriveranno comunque! Dato che il primo giugno è sabato, infatti, è possibile che alcuni pensionati non ricevano l’assegno in quel giorno, ma che dovranno attendere fino a lunedì 3 giugno, come si legge nel calendario dell’Inps.

Tutte le ultime notizie sulle pensioni

Pensioni giugno 2019 accredito | Ritardo | Tagli

Lo slittamento però, come anticipato, non è per tutti. Ma solo per coloro che ritirano la pensione in banca. Le poste, infatti, lavorano regolarmente anche di sabato. Chi è solito recarsi all’ufficio postale, dunque, può aver ritirato la propria pensione già il 1 giugno.

Le novità non si limitano solo a questo. A giugno 2019 infatti scatta anche il conguaglio conseguente al taglio della rivalutazione annuale sugli assegni per quanto riguarda il 2019.

Un taglio applicato agli assegni superiori a tre volte il minimo – cioè 1.522 euro lordi al mese – a partire da aprile 2019. Il conguaglio è relativo alla differenza maturata tra gennaio e marzo 2019 e verrà effettuato in tre rate: la prima a giugno, la seconda a luglio e la terza ad agosto.

Tagli alle pensioni giugno 2019, quanto perdono i pensionati? Le tabelle con le percentuali e tutte le info utili

Pensioni, da giugno taglio doppio: uno per il conguaglio di inizio 2019 e l’altro sugli assegni d’oro

Pensioni giugno 2019 accredito | Pensione di cittadinanza

Questi primi giorni di giugno 2019 sono anche il periodo di pagamento della pensione di cittadinanza. Dal 28 maggio 2019 l’Inps ha infatti autorizzato le poste a provvedere alla seconda ricarica (per chi ha fatto domanda fin da subito).

Per controllare lo stato del proprio accredito bisognerà come al solito recarsi sul sito ufficiale dell’Inps e andare nella sessione “Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza”. Dopo di che bisognerà inserire le proprie credenziali di accesso e visualizzare lo stato del pagamento.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Come detto, la data di inizio del pagamento della seconda “tranche” è il 28 maggio, ma il pagamento potrà avvenire durante tutta la prima settimana del mese di giugno.

Tutte le ultime notizie sul reddito di cittadinanza