Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

Nadef: Pil in calo del 9% quest’anno, nel 2021 rimbalzo del 6%

Di Antonio Scali
Pubblicato il 29 Set. 2020 alle 23:11
71
Immagine di copertina

Un calo del 9% nel 2020 per poi rimbalzare del 6% nel 2021. Queste le stime relative al Pil italiano contenute nella Nota di aggiornamento del Def che il governo si appresta a presentare domani in consiglio dei ministri. Secondo fonti di governo, nel vertice di questa sera a Palazzo Chigi si è trovato un accordo tra i partiti di maggioranza. Domenica ci sarà l’approvazione definitiva.

Il Recovery Fund permetterà una ripresa degli investimenti pubblici, che favorirà una discesa già nel 2021 del rapporto Debito/Pil, stimato però per quest’anno al 158%. Il rapporto deficit/Pil è stimato al 10,8% nel 2020, ma scenderà al 7% nel 2021, al 4,7% nel 2022 e al 3% nel 2023. Nel Nadef  il governo ha deciso “un’espansione fiscale molto significativa” con un deficit 2021 fissato al 7%”, ha spiegato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a DiMartedì, su La7. Per il prossimo anno il governo prevede margini di manovra in deficit per circa 21-22 miliardi, 1,3 punti di Pil.

Gualtieri ha anche sottolineato come la crescita 2020 sia valutata, nella Nadef, a un calo del 9%, “considerato fino a poco tempo fa troppo ottimistico”, e che fra i programmi c’è quello di “rendere strutturale Industria 4.0” e la riforma fiscale, che vedrà una rimodulazione delle aliquote. nella Nota di aggiornamento del Def si è deciso “un deficit del 7%, contro un tendenziale che era a 5,7%, con una espansione fiscale molto significativa”, aggiunge il ministro, seguendo anche i suggerimenti delle istituzioni internazionali a non attenuare lo stimolo di bilancio troppo presto. Gualtieri ha aggiunto che grazie al Recovery il governo punta a una Manovra 2021 da 40 miliardi di euro.

Leggi anche: 1. Influenza, Gimbe: “Per 2 persone su 3 manca il vaccino nelle farmacie” / 2. Scuola, Governo e Regioni promuovano una vaccinazione antinfluenzale di massa: la campagna di TPI / 3. Vaccino antinfluenzale, boom di richieste: corsa contro il tempo per produrre le dosi. “Ce la faremo ma serviva più programmazione”

4. Non possiamo essere ostaggio dei no-vax: rendiamo il vaccino antinfluenzale obbligatorio a scuola / 5. Il direttore del Gaslini a TPI: “Tutti dovremmo fare il vaccino contro l’influenza, anche i bambini” / 6. “Vaccinarsi per l’influenza serve a proteggere persone fragili come mio figlio, affetto da fibrosi cistica”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

71
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.