Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Debito pubblico italiano in aumento: ad aprile raggiunta cifra record di 2.373 miliardi

Immagine di copertina

Debito pubblico italiano: nuovo record ad aprile con 2.373 miliardi

Cresce debito pubblico italiano – Il debito pubblico italiano nel mese di aprile ha raggiunto la cifra record di 2.373 miliardi, aumentando di 14,8 miliardi rispetto al mese precedente.

Lo afferma la Banca d’Italia nel suo ultimo bollettino, diramato nella giornata di lunedì 17 giugno.

Le motivazioni secondo l’istituto centrale sono essenzialmente due.

Il fabbisogno del mese, ovvero il finanziamento delle uscite pubbliche che sono superiori alle entrate e che pesano per 2,8 miliardi, e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro, pari a 11,6 miliardi.

Inoltre, secondo quanto dichiara Bankitalia, gli scarti e i premi all’emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e la variazione dei tassi di cambio hanno nel complesso aumentato il debito di ulteriori 0,4 miliardi.

Nel bollettino vengono aggiornati anche i dati relativi alle entrate tributarie, che ad aprile sono state pari a 30,4 miliardi, in aumento dell’1,3 per cento, pari a 0,4 miliardi, rispetto al 2018.

Questo dato era già stato anticipato dal premier Conte e dal ministro dell’Economia Tria nel momento in cui si era diffusa la notizia che la Commissione Europea era pronta ad aprire una procedura di infrazione per debito eccessivo.

La Commissione Ue propone la procedura di infrazione contro l’Italia: tutto quello che c’è da sapere

Obiettivo di Conte e Tria, infatti, era quello di dimostrare alla Ue di poter ridurre il deficit proprio grazie all’aumento rispetto alle previsioni delle entrate tributarie, che avrebbero portato più soldi nelle casse dello stato.

Ma con il deficit che ha raggiunto livelli record sarà difficile a questo punto riuscire a convincere la Ue.

Ti potrebbe interessare
Lavoro / King Kong Work: il tuo alleato per l’abbigliamento da lavoro personalizzato
Economia / Network marketing: cos’è e come si è evoluto, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri
Economia / Il curioso caso della Balocco: il pandoro affonda Ferragni, l’azienda raddoppia gli utili
Ti potrebbe interessare
Lavoro / King Kong Work: il tuo alleato per l’abbigliamento da lavoro personalizzato
Economia / Network marketing: cos’è e come si è evoluto, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri
Economia / Il curioso caso della Balocco: il pandoro affonda Ferragni, l’azienda raddoppia gli utili
Economia / “Il problema dell’Italia sono le disuguaglianze”: intervista a Giuseppe Guzzetti, il banchiere del bene comune
Economia / Banca Ifis e SACE siglano un doppio accordo per sostenere l’export italiano e la transizione sostenibile
Economia / Banca Ifis lancia la nuova campagna pubblicitaria “Siamo il credito per la tua azienda”
Economia / Mario Bellomare: Il genio dietro il successo nel trading
Economia / Tesla, gli azionisti approvano un compenso da 45 miliardi di dollari per Elon Musk
Economia / Stellantis, stop alla gigafactory di Termoli: il progetto è sospeso almeno fino a fine anno
Economia / Ferretti, primo varo nel nuovo cantiere di Ravenna