Me

Gli editori che sono andati al Salone del Libro: “Qui per dire no al fascismo”

Di Giulio Cavalli
Pubblicato il 9 Mag. 2019 alle 17:36 Aggiornato il 9 Mag. 2019 alle 17:44

TPI ha intervistato i rappresentanti di alcune delle case editrici che partecipano al Salone del Libro di Torino per chiedere cosa pensino delle polemiche legate alla presenza al festival di Altaforte, la casa editrice vicina a Casapound che ha recentemente pubblicato il libro-intervista del vicepremier leghista Matteo Salvini [qui la diretta dal Salone].

Francesco Polacchi, fondatore di Altaforte [chi è], si è più volte dichiarato fascista ed è indagato per apologia del fascismo. Sull’onda delle polemiche la casa editrice alla fine è stata esclusa dal Salone del Libro.

Nel video interviste ai rappresentanti delle case editrici People, Minimum Fax, Coconino press, Red Star press e Nn editore.