Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

“Senza il mio palco sono stato depresso. Mi ha salvato la poesia”. Parla Giuseppe Cederna

Molti lo ricordano per la sua interpretazione in ‘Mediterraneo’ di Salvatores, premio Oscar per miglior film in lingua straniera, in cui vestiva i panni dell'attendente Antonio Farina. Rinchiuso in quel barile di olive perché nell’Italia che lo aveva dimenticato non voleva più tornare, e pronto a rifarsi una vita in Grecia, in quella splendida isola al confine con la Turchia, insieme alla sua Vassilissa. Giuseppe Cederna oggi vive a Roma ed è pieno di vita. Racconta del primo lockdown e della depressione che ha vissuto senza il palco. Inizialmente era critico nei confronti della decisione di chiudere cinema e teatri, ma oggi si è ricreduto e sostiene che il governo abbia fatto bene. Al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini però invia un messaggio: deve avere più coraggio e un pizzico di creatività in più. In questi mesi di crisi, Cederna ha trovato un appiglio di vita nella poesia. Sempre sostenuto dalla forza che il papà - Antonio Cederna - gli ha lasciato, insegnandogli a rialzarsi dopo ogni sconfitta. Intervista del direttore di TPI Giulio Gambino a Giuseppe Cederna

Un dialogo tra Giuseppe Cederna e il direttore di TPI Giulio Gambino sulle decisioni del governo in merito alla chiusura dei cinema e dei teatri, una riflessione su come la cultura sia sempre un faro anche nei momenti più bui e un racconto intimo degli ultimi mesi vissuti da Cederna. Nel video il risultato di quattro chiacchiere con l’attore teatrale e cinematografico, scrittore e autore, nella poetica cornice del Cimitero Acattolico di Roma.

Leggi anche: Dpcm, l’ex presidente Siae a TPI: “Per salvare i lavoratori dello spettacolo servono interventi da Dopoguerra”

Qui le ultime interviste video del direttore di TPI: 1. Gori a TPI: “Il Mes andava preso qualche mese fa, oggi avremmo avuto più terapie intensive e medici” / 2. Provenzano a TPI: “Renzi ha fallito e i 5s ora devono fare una scelta di campo. Il Mes? Si farà” / 3. Ministro Boccia a TPI dopo le Elezioni: “Potevamo vincere anche nelle altre Regioni ma è mancato il coraggio” / 4. Matteo Renzi a TPI: “Sono tornato. E ora supererò anche i grillini, siamo solo a 3 punti. Non rientro nel Pd e non chiedo il rimpasto di governo”

Ti potrebbe interessare
Cultura / Diritto a Teatro: il 17 e 18 giugno l’Antigone di Sofocle al Teatro Palladium
Cultura / La sorveglianza ormai è una cultura, e la reazione deve essere culturale
Cultura / Il Libro Possibile compie 20 anni: oltre 200 ospiti per il doppio delle serate e doppia location
Ti potrebbe interessare
Cultura / Diritto a Teatro: il 17 e 18 giugno l’Antigone di Sofocle al Teatro Palladium
Cultura / La sorveglianza ormai è una cultura, e la reazione deve essere culturale
Cultura / Il Libro Possibile compie 20 anni: oltre 200 ospiti per il doppio delle serate e doppia location
Cultura / Un libro di corsa: Il labirinto delle ombre
Cultura / Un libro di corsa: Fuga
Cultura / Un libro di corsa: La pazienza del diavolo
Cultura / Black Art Matters: l’ascesa dell’arte afroamericana
Calcio / Venerdì 28 maggio TPI presenta il libro Calcio e Geopolitica
Cultura / Un libro di corsa: Favolosa economia
Cultura / Un libro di corsa: Come delfini tra i pescecani