Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

In Egitto è stata scoperta la tomba di una sacerdotessa risalente a 4.000 anni fa

Immagine di copertina

Gli archeologi in Egitto hanno scoperto la tomba di un’antica sacerdotessa che risale a 4.400 anni fa.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La tomba trovata vicino al Cairo è adornata con dipinti murali ben conservati raffiguranti la sacerdotessa, Hetpet, in una varietà di scene.

Hetpet era la sacerdotessa della dea della fertilità Hathor, che assisteva le donne durante il parto.

La scoperta archeologica è stata fatta durante gli scavi nei pressi della Grande Piramide di Giza, ha spiegato il ministero delle antichità egiziano.

Questo sito, nel cimitero occidentale di Giza, ospitava funzionari della Quinta Dinastia, alcuni dei quali sono già stati dissotterrati nel 1842.

“Sappiamo che era un’alta funzionaria e che aveva un forte legame con il palazzo reale”, ha detto il ministro delle antichità egiziano Khaled al-Anani, descrivendo Hetpet.

La tomba “ha lo stile architettonico e gli elementi decorativi della Quinta Dinastia, con un’entrata che conduce a un santuario a forma di” L “, ha detto il ministro.

I dipinti murali all’interno sono in “un ottimo stato di conservazione e raffigurano Hetpet in piedi in diverse scene di caccia e pesca o mentre riceve offerte”. Tra le scene raffigurate anche quelle di animali o di scimmie danzanti.

“Queste scene sono rare e finora erano state viste solo nella tomba di Ka-Iber, dove un dipinto mostrava una scimmia che balla davanti a un chitarrista”, ha spiegato Mostafa Waziri del Consiglio Supremo di antichità.

Il ministro Anani si è detto fiducioso su eventuali ulteriori scoperte nel sito, che si trovano a circa 20 chilometri a sud del Cairo.

“Continueremo a scavare in questa area e credo che molto presto scopriremo qualcosa”.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: La custode dei peccati
Cultura / “Se dopo la pandemia non riflettiamo, resterà solo la paura”: parla uno dei più giovani direttori teatrali in Italia
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre per iniziare il 2022
Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: La custode dei peccati
Cultura / “Se dopo la pandemia non riflettiamo, resterà solo la paura”: parla uno dei più giovani direttori teatrali in Italia
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre per iniziare il 2022
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Costume / Le mostre più belle da vedere a Roma durante le feste di Natale e di Capodanno
Cultura / Un libro di corsa: Oltre il bosco
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana