Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana

Immagine di copertina

GOLCONDA JAZZ CLUB
AUTORE: Quasirisso – Giovanni Esposito
PERCHÉ: Una tromba suona “My Fanny Valentine” mentre Diego cerca una donna scomparsa. Passione e mistero si mescolano fin fuori dal locale, sotto una luna gigantesca. Quasirosso regala delle tavole illustrate tra le più belle e intense della sua produzione, per una storia tra l’erotico e il noir degna di un Dyland Dog dei primi tempi.

LE PARTICELLE ELEMENTARI
AUTORE: Michel Houellebecq
PERCHÉ: Michel e Bruno sono fratellastri. Arido scienziato in odore di Nobel il primo, insegnante di lettere ossessionato dal sesso il secondo. Un mondo di solitudine per due vite totalmente diverse, tra chi rifiuta il piacere e chi lo cerca come rifugio. Controverso e provocatorio, è considerato uno dei migliori romanzi del secolo scorso.

APPUNTI SUL DOLORE
AUTORE: Chimamanda Ngozi Adichie
PERCHÉ: Un dolore totalizzante avvolge l’autrice per la morte del padre. In piena pandemia, divisa tra Nigeria e Occidente, si rende conto della caducità della vita che invoca un’urgenza nuova nella sua scrittura. Medita sul senso dei rituali, infastidita dalle formalità che accompagnano un lutto. Ultimo, intenso gesto d’amore per il padre.

LA CITTÀ DEI VIVI
AUTORE: Nicola Lagioia
PERCHÉ: Scendere nelle viscere oscure di Roma attraverso l’occhio attento di uno scrittore che racconta uno degli omicidi più efferati degli ultimi anni. Accade tutto in una notte. Marco Prato tenta il
suicidio chiuso in una stanza d’albergo. Manuel Foffo aspetta il padre, seduto sul divano di casa con accanto il cadavere seviziato e martoriato di Luca Varani. Lo hanno pugnalato e preso a martellate fino a ucciderlo. In quell’infinita notte di Via Igino Giordani, il male ha preso la forma semplice e complessa della crudeltà, per un delitto privo di movente. L’autore ricompone i pezzi di un
puzzle con una vera e propria indagine durata 4 anni.

Continua a leggere sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui.
Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Cultura / Il progetto ReWriters entra nei licei e dialoga con la società civile per riscrivere le regole della convivenza sociale
Cultura / “Il virus e la crisi climatica hanno unito il mondo”: intervista al filosofo Emanuele Coccia
Cultura / Luoghi comuni e autoreferenzialità ideologica: ne “Il Dio verde” l’ecologismo di facciata finisce sotto accusa
Cultura / Charles Baudelaire: il poeta del mal de vivre
Cultura / Un libro di corsa: Una nuova vita con Llyod
Cultura / Roma Arte in Nuvola
Cultura / Altro che emancipazione: il libro di Emily Ratajkowski non risolve la questione morale della mercificazione di sé