Zara chiuderà 1.200 negozi in tutto il mondo

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 11 Giu. 2020 alle 11:46 Aggiornato il 11 Giu. 2020 alle 11:57
9.5k
Immagine di copertina

Crisi post Coronavirus: Zara chiude 1200 negozi in tutto il mondo

Zara chiuderà 1.200 punti vendita in tutto il mondo a causa del Coronavirus. La crisi ha colpito anche il gigante spagnolo dell’abbigliamento Inditex, società proprietaria di Zara, che ha deciso di puntare di più sulle vendite online. Questo è l’effetto Covid-19, che ha causato una perdita netta di 409 milioni nel primo trimestre con un fatturato crollato a 3,3 miliardi contro i 5,9 del primo trimeste 2019. Di conseguenza, chiuderanno 1200 negozi tra Europa e Asia, per potenziare le vendite online, che durante il lockdown hanno subito un’impennata.

A Madrid, le azioni Inditex (che oltre a controllare Zara possiede anche i marchi di Massimo Dutti, Bershka, Oysho, Stradivarius), punteranno quindi sul commercio online. Mentre nei negozi fisici le vendite sono crollate del 44%, quelle online sono aumentate del 50% nel primo trimestre e in aprile sono salite al 95%. Inditex ha investito 2,5 miliardi di euro per rafforzare la piattaforma online e ne sbloccherà altri 2,7 per ulteriori investimenti e rafforzare l’e-commerce.

Zara non è l’eccezione. Anche altre catene famose hanno dovuto ridimensionare la vendita: è il caso di H&M, che soltanto poco tempo fa aveva annunciato la chiusura di ben otto negozi da Milano a Bari.

Leggi anche:

1. Coronavirus, H&M chiude otto negozi in Italia / 2. Coronavirus, Sorbillo: “Dovrò chiudere almeno quattro pizzerie”

9.5k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.