Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Mamma vittima di “revenge porn” teme che il figlio scopra il suo video su Pornhub

Immagine di copertina

La madre non aveva dato il permesso all'ex fidanzato di caricare il filmato sul sito, e intanto è diventato virale: oltre 600mila visualizzazioni raggiunte

Una madre ha paura che il figlio scopra il suo video su Pornhub

Una madre vittima di “revenge porn” è terrorizzata dal fatto che suo figlio possa vedere il video porno registrato insieme all’ex, che ha caricato il filmato su Pornhub dopo la rottura.

Il filmato ha ottenuto migliaia di visualizzazioni, per la precisione 600mila, e la madre quando l’ha scoperto è scoppiata in lacrime, sconvolta dall’idea che il piccolo potesse scoprirlo.

La madre, di nome Sophie, dice di non essere sicura che il video possa essere rimosso dalla piattaforma di video pornografici.

Pornhub è stato infatti accusato di approfittarsi dei “revenge porn” e di non rimuovere i video offensivi frutto di “revenge porn”.

La madre, ora sposata a un altro uomo, ha raccontato a uno show della Bbc di essere rimasta scioccata dalla visione del video porno, che adesso il figlio  potrebbe scoprire.

“Sono mortificata per mio marito, ma soprattutto per mio figlio, perché quando sarà più grande potrà trovare le scene della sua mamma su Internet”.

È stata la sorella di Sophie ad avvisarla del video virale online.

Anche dopo che Pornhub ha rimosso le scene, queste hanno continuato a girare perché un utente le ha riprese dal sito e caricate sui suoi canali, dove sono state disponibili fino ad agosto 2019.

Sophie è disgustata dal rivedere se stessa coinvolta in scene di “assoluto orrore” mentre è con l’ex partner.

I due, quando erano insieme, avevano registrato ben sei video, ma la donna non aveva mai dato il permesso di caricarli online. Invece le scene erano tra le più guardate su Pornhub e per molto tempo sono rimaste nella sua home page. Anche dopo che Sophie ha chiesto che fossero rimosse.

Nessuno è stato condannato per aver violato la sua privacy, nonostante Sophie abbia denunciato tutto alla polizia. Sempre più gruppi di attivisti e vittime di revenge porn stanno chiedendo a Pornhub di censurare contenuti d’odio caricati senza permesso.

Le donne e gli uomini sono uguali: di fronte a un film porno, il cervello reagisce nello stesso modo

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / Rilasciato l’ex presidente catalano Puigdemont: era stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”
Cronaca / DIG Festival 2021: il giornalismo investigativo a Modena dal 30 settembre al 3 ottobre
Cronaca / Milano, 30enne scomparso da 5 giorni: sparito dopo il furto del suo zaino
Cronaca / 3.970 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%