Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Vicenza, madre uccide la figlia di tre giorni gettandola a terra e tenta il suicidio

Di Redazione TPI
Pubblicato il 21 Gen. 2019 alle 10:55 Aggiornato il 21 Gen. 2019 alle 15:57
0
Immagine di copertina

Terribile tragedia familiare a Lisiera di Bolzano Vicentino, in provincia di Vicenza.

Una neonata di tre giorni è morta nella notte tra domenica 20 e lunedì 21 gennaio all’ospedale San Bortolo. La piccola era ricoverata in terapia intensiva dopo che la madre l’aveva scagliata a terra con violenza dentro casa.

La donna, poi, ha anche tentato di togliersi la vita, ferendosi alla gola con un coltello.

La neonata ha lottato tra la vita e la morte per alcune ore, ma alla fine è deceduta. Tra le ipotesi sullo scatenamento della violenza c’è quella di una crisi post partum, che avrebbe colpito la madre portandola a compiere questo assurdo gesto.

La donna, nonostante le ferite riportate alla gola, è sopravvissuta.

Ad accorgersi di quello che stava accadendo in casa e a chiamare il 118 era stato il marito della donna e padre della bambina.

Gli operatori sanitari sono arrivati sul posto e hanno immediatamente trasportato madre e figlia all’ospedale San Bortolo. I medici sono riusciti a salvare la vita della madre ma non hanno potuto fare nulla per la piccola.

La donna è stata arrestata ed è attualmente piantonata dagli agenzi nel reparto di Psichiatria.

Il caso è estremamente delicato, e per questo i carabinieri della compagnia di Thiene (Vicenza) stanno tenendo il massimo riserbo.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.